Tutti gli indirizzi della Sartoria Romana

Immagine

Due Guide imperdibili per gli amanti dell’artigianato e del lusso.

L' esclusività di un capo, la perfezione dei punti di una borsa di pelle di razza, i polsini di ricambio della camicia, le scarpe confezionate a mano da comprare lì, nella stessa bottega dove Audrey Hepburn ordinava le sue ballerine. C' è tutta la Roma dell' artiginalità più preziosa nelle due guide curate da Andrea Spezziu e Pascal Gautrand: La «Donna su misura» e «Una guida su misura per uomo» (Palombi editori). Quasi 500 indirizzi, del "fatto a mano", una bibbia capace di offrire un viaggio fantastico per chi è ancora convinto che un' asola impeccabile, una giacca dal taglio perfetto e un cappellino sui generis, faccia la differenza. «Da tempo volevo creare un vademecum per chi insegue il ' fatto a mano' – racconta Spezzigu – e appena Silvia Venturini Fendi è diventata presidente di AltaRoma le ho proposto il mio progetto. Lei l' ha subito sposato, perché rientrava nella sua filosofia, la stessa con cui organizza le passerelle romane: scoprire nuovi talenti e salvaguardare il patrimonio del "saper fare", tipico della realtà imprenditoriale degli artigiani romani». Il target a cui si rivolge la guida è ampio: amanti della moda, addetti ai lavori, ma anche persone che in alcune occasioni vogliono qualcosa di speciale. Così, ecco che se si è in cerca dell' abito da sposa, in "Una Donna su misura" ci sono tutti gli indirizzi di atelier per l' abito bianco. Compreso quello del signor Crepida, in via dell' arco della Ciambella, dietro Torre Argentina, un mastro calzolaio capace di foderare le décolleté con la stessa stoffa bianca del vestito. «Roma è una città unica dove anche il profumo può essere personalizzato, così come gli occhiali. Una città ancora ricca di modisterie, maglifici, botteghe del cuoio e gli atelier di lusso – continua Andrea Spezzigu – . Una realtà che anche il mondo del prêt à porter sta riscoprendo e che la stampa internazionale apprezza sempre di più». Del resto, sfidiamo chiunque a varcare la soglia dell' antica Manifattura cappelli, in via degli Scipioni nel quartiere Parti. "Da perdere la testa" il commento che si legge nella guida per questa bottega – laboratorio da cappellaio, con tanto di essiccatoio e ferri da stiro antichi e stondati per dare la curva alla falda. Manici di legno, in bambù, semplici o a collo d' oca. Anche gli ombrelli alla Sartoria Ripense, in via di Ripetta 38 sono su misura. Per le scarpe da uomo il top, secondo la guida, è Marini, dove il signor Carlo, erede di una dinastia di calzolai, è famosissimo anche in Cina e in Giappone. Il suo laboratorio, in via Francesco Crispi, è oggetto di visita per imparare l' arte antica mista alla tecnica. E il tour si snoda tra le forme di scarpe di Lapo Elkann, dell' avvocato Gianni Agnelli e Robert De Niro. Il tempio delle cravatte su misura? In via di Santa Cecilia 12 a Trastevere. Mentre per sciarpe e cravatte gioiello l' appuntamento è in via del Governo vecchio da Nicotra di San Giacomo. Qui, seguendo una tecnica rinascimentale, si intrecciano al telaio filamenti d' oro e d' argento. E le pashmine sono capolavori

Fonte: Repubblica.it