Terme di Saturnia

Terme di Saturnia

Saturnia si trova nel cuore della Maremma toscana a circa 170 Km da Roma, 200 Km da Firenze e 450 Km da Milano.

Le fantastiche caratteristiche della sua acqua rappresentano un importante strumento per il recupero funzionale di traumi causati da urti o interventi chirurgici sull’apparato locomotore. Gli elementi biochimici e fisici (costituenti minerali e calore), sono una ricchezza da sfruttare appieno per chi deve intraprendere un percorso di recupero funzionale più leggero perché essendo fatto in acqua, hanno meno peso e di conseguenza meno stress articolare. L’acqua, infatti, è particolarmente adatta alle fasi del percorso di recupero funzionale, permettendo, grazie al suo ambiente di microgravità di eseguire tutta una serie di movimenti, simili a quelli eseguibili a secco, ma altrimenti impossibili al paziente se non dopo un periodo più o meno lungo di riabilitazione. La minor gravità, riduce il carico articolare e permette l’esecuzione di movimenti senza dolore e senza rischiare l’integrità della parte lesa;

Per chi invece ha la fortuna di non doversi curare da malattie fisiche ci sono trattamenti di bellezza, le terme, infatti, oltre a guarire producono un vero e proprio trattamento di bellezza su varie aree del corpo, come per esempio agiscono in profondità sulla pelle eseguendo un’azione esfoliante e riducendo la cellulite. La cellulite è un processo degenerativo dello strato di tessuto connettivo adiposo presente al di sotto della cute che origina da un’alterazione del microcircolo a carico degli arti inferiori. Colpisce una larga fascia di donne iniziando con una ritenzione idrica e trasformandosi in un ispessimento del tessuto sottocutaneo le cui cellule diventano compresse a danno delle fibre collagene e con formazione di noduli.  I trattamenti termali migliorano il microcircolo, impacchi di fango, un regime alimentare equilibrato e controllato, massaggi e manipolazioni dolci e naturali riportano la cute verso la sanità.

Il paesaggio che circonda le Terme di Saturnia è qualcosa di magico e spettacolare:  per coloro che sono appassionati di archeologia li attendono, nell’arco di pochi chilometri, i musei e le necropoli di Sovana, Vulci, Tarquinia e Cerveteri; gli amanti della natura possono immergersi nell’ancora  selvaggio Parco della Maremma, che si affaccia sul mar Tirreno e sul Parco dell’Arcipelago Toscano, estendendoci  per 25 km con una catena di colline che discendono verso il mare, spiagge sabbiose e alte scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli. Profumata dalle erbe aromatiche, bacche colorate e richiami degli animali, offre l’esclusivo piacere di sentirsi in un paradiso ritrovato.

Marinalogica

http://www.ilpoggioditeo.it