Non sai come pulire l’apparecchio? Te lo spiega lo Studio Dentistico Vitaldent Torino

Lo Studio dentistico Vitaldent Torino spiega che quando si sta realizzando un trattamento ortodontico e si porta l’apparecchio occorre prestare particolare attenzione all’igiene orale sia del proprio cavo orale che degli attacchi ortodontici. Pulire bene tutte le superfici richiede un lavoro ulteriore e laborioso che è però indispensabile se si vogliono ottenere i maggiori benefici dalla cura in corso di realizzazione. In sostanza, non è coerente usare un apparecchio dentale al fine di posizionare correttamente i denti e tralasciare carie e infiammazioni gengivali che si possono originare se si apparta dalle proprie abitudini la pulizia della bocca.

Inoltre, interviene Studio dentistico Vitaldent Torino, vi sono cibi che possono provocare l’usura o la rottura degli attacchi dell’apparecchio dentale compromettendo così la sua efficacia. In linea generale, è consigliabile seguire la corretta educazione alimentare cercando sempre di evitare cubetti di ghiaccio, dolci croccanti, verdure crude dure e chewing-gum.

E’ importante, ricorda lo Studio dentistico Vitaldent Torino, spazzolare bene anche il bordo gengivale aiutandosi con lo spazzolino ortodontico il quale avendo le setole più corte nella parte centrale permette una pulizia profonda adagiandosi ai denti su cui sono poggiati gli attacchi. L’igiene orale è fondamentale  per rimuovere la placca che si annida facilmente intorno agli attacchi con brevi movimenti dello spazzolino sia in avanti che indietro,che  consentono di pulire sia i denti che gli attacchi ortodontici.

Oltre al normale spazzolino, specifica lo Studio dentistico Vitaldent Torino, sono utili altri sussidi come ad esempio lo spazzolino interprossimale, chiamato comunemente scovolino, per pulire al di sotto del filo ortodontico e ai lati degli attacchi, e un filo interdentale specifico per apparecchi ortodontici. Una volta terminato, per una pulizia ottimale, è bene controllare da vicino denti, attacchi e, specialmente, le gengive: se si accumula placca, le gengive tendono infatti a sanguinare, provocando gengiviti e i denti saranno ancora più soggetti alla carie.