“NON OLTREPASSIAMO LA LINEA GIALLA. INFORMAZIONI E RACCONTI SUL MONDO DELLE DROGHE”

Dianova Onlus pubblica “Non oltrepassiamo la linea gialla. Informazioni e racconti sul mondo delle droghe”. Un manuale chiaro e semplice che coniuga preziose informazioni su vecchie e nuove droghe alle esperienze personali di chi ha vissuto in prima persona questo grave disagio.
Il libro non è solo un’aggiornatissima guida sugli effetti e sulle conseguenze dell’uso di sostanze, anche quelle di più recente diffusione, ma anche un supporto a chi è coinvolto in prima persona nell’educazione dei giovani. Una pubblicazione in grado di mettere in luce molteplici aspetti, e che si rivolge in modo particolare proprio alle famiglie e a chi si può trovare ad affrontare dal punto di vista educativo il problema delle droghe e dell’alcol.
Umberto Nizzoli, psicologo e direttore della rivista “Personalità/Dipendenze” (già direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Azienda sanitaria di Reggio Emilia) sottolinea: “Viviamo un’epoca di grandi trasformazioni sociali e culturali. Tra i cambiamenti epocali oggi è offerta la possibilità di avere a disposizione con un clic sulla rete una miriade di nuove droghe, presentate come ecologiche e naturali. Le droghe si acquistano non più solo attraverso lo spaccio tradizionale (peraltro ancora molto radicato nel territorio), ma soprattutto attraverso le reti informatiche, che rendono disponibile “tutto e dovunque”. In questo contesto gli educatori, i genitori e gli insegnanti sono travolti dalle continue novità e non riescono a comprendere e a stare al passo con quello che sta succedendo. Proprio per questo motivo sono richiesti nuovi apprendimenti a tutti quelli che fanno il difficile mestiere di educatore”.
Nizzoli fa riferimento ai capitoli del libro che trattano le sostanze e i loro effetti. Dall’eroina, che sta tornando in auge, alla ketamina e ad altri nuovi stupefacenti che si diffondono nel panorama attuale. “In questo processo di aiuto agli adulti per recuperare un ruolo e una vicinanza rispetto ai giovani e all’uso delle sostanze si inserisce ‘Non oltrepassiamo la linea gialla’. Questa pubblicazione non è solo utile per i genitori per capire che cosa sono le smart drugs -peraltro in barba al nome per nulla intelligenti- ma anche per essere consapevoli di quali rischi si corrono. Uno strumento completo che mette a disposizione un gran numero di informazioni e porta all’attenzione del lettore un’esperienza vissuta, fattori assolutamente necessari per chi vuole svolgere funzioni genitoriali ed educative”.
La prima parte dell’indice è integrata da capitoli che trattano le conseguenze mediche e legali dell’uso di sostanze illecite, mentre nella seconda spiccano le numerose testimonianze dirette. Storie dure ma anche piene di speranza; in alcuni casi reali, in altre con il velo della favola che aiuta a spiegarne in pieno il significato e il valore. La terza parte è un alfabeto ideale per accompagnare educatori, formatori e genitori nel loro cammino: dalla A di Autonomia alla Z di Zorro, con l’obiettivo di lasciare un segno nella vita dei ragazzi e nella società. Completa il libro una panoramica sui servizi socio-sanitari pubblici deputati a intervenire nella prevenzione e nel trattamento delle dipendenze, per capire a chi rivolgersi in caso di bisogno.
L’obiettivo del libro lo sintetizza Mauro Luccardini, presidente di Dianova. “La nostra ambizione, nell’editare questo ‘manuale’, è quella di riuscire a presentare una pubblicazione che permetta al grande pubblico di poter ricevere informazioni semplici, sintetiche e corrette riguardo al tema dell’abuso di sostanze, legali o illegali che siano.
“Non oltrepassiamo la linea gialla” è disponibile on line sul sito di Dianova e negli eventi pubblici sul territorio. Il manuale sostiene le attività di prevenzione, assistenza e recupero che Dianova svolge su tutto il territorio nazionale.

Dianova è un’ONG Internazionale, presente in 11 Paesi del mondo, è “membro consulente speciale” dell’ONU e ha lo “Statuto Consultivo” dell’UNESCO. Sviluppa programmi e progetti innovativi in educazione, gioventù, prevenzione e trattamento delle dipendenze e nelle aree di sviluppo socio-comunitario.
In Italia, Dianova, attiva dal 1984, interviene principalmente nel campo delle dipendenze e del disagio sociale; negli anni, in base all’esperienza maturata e al suo innovativo approccio educativo, Dianova Italia ha sviluppato programmi per i giovani di prevenzione sulle dipendenze di coesione sociale, il tutto, in collaborazione con le reti territoriali.
Dianova, con i suoi progetti educativi, vuole offrire una risposta concreta alle problematiche dei giovani e delle loro famiglie.