La realtà aumentata racconta Christchurch prima del sisma

Quando l’aspetto di un luogo cambia profondamente, trovare nuovi modi di raccontare la sua storia diventa un’esigenza importante. Un’applicazione in realtà aumentata restituisce alla città di Christchurch, in Nuova Zelanda, la fisionomia che aveva prima dei danni causati dai forti terremoti del settembre 2010 e febbraio 2011 che hanno interessato la regione di Canterbury.

Gli edifici e le vedute dello storico quartiere di High Street profondamente danneggiati dal sisma sono riportati alla luce grazie a un progetto multimediale realizzato dall’organizzazione New Zealand Historic Places Trust. Il sito web “High street stories” raccoglie più di cento piccole e grandi storie del distretto cittadino, illustrate da fotografie e documenti audio, dalle origini ai giorni che hanno preceduto i terremoti: non solo la testimonianza del patrimonio architettonico, quindi, ma anche la storia sociale e culturale, i momenti di declino e rinascita. Visitando il quartiere, l’omonima applicazione mobile in realtà aumentata, disponibile per il sistema Android, mostra in tempo reale l’aspetto dei vari edifici e delle vedute prima del terremoto: le immagini vengono visualizzate semplicemente inquadrando l’area con il proprio dispositivo, mentre i punti colorati segnalano la presenza di aneddoti e documenti audio o video aggiuntivi. Lo Human Interface Technology Laboratory dell’Università di Canterbury, che ha realizzato l’applicazione, si è basato sulla precedente CityViewAR, appositamente creata per vedere, grazie all’uso di modelli tridimensionali, l’aspetto di Christchurch prima dei terremoti.
La realtà aumentata rafforza il grande valore di testimonianza di immagini e testi che raccontano la storia delle città ferite da un disastro naturale, aiutando a non dimenticare.

Fonte: http://www.stuff.co.nz/the-press/news/christchurch-earthquake-2011/9085166/High-St-history-in-smartphone-app

Per saperne di più sulla realtà aumentata e le sue applicazioni http://www.experenti.com/unapp-in-realta-aumentata-racconta-la-citta-prima-del-terremoto/