Juan Carlos Marzi: novità e curiosità del mese di luglio.

Anche per il mese di luglio il fotografo professionista Juan Carlos Marzi ci tiene informati sul suo lavoro ed in questo caso sulle sue suggestioni fotografiche.

Comincio rispondendo a chi chiede a chi mi ispiro nel mio lavoro. La mia fonte di ispirazione sono Carter Bresson, padre della street photography e Sebastiao Salgado, fotogiornalista umanista e antropologo. In relazione strettamente al settore matrimonio ammiro Edoardo Agresti a livello nazionale e Susana Barbera a livello internazionale, quest’ultima fotografa per cui ho fatto da assistente in Spagna. Ammiro ma non copio, nel senso che ciò che propongo è tutto frutto del mio personale modo di vedere le cose, le situazioni e le persone soprattutto.

Passando all’ambito strettamente “operativo” i matrimoni che fotograferò nel 2013 si svolgeranno prevalentemente in Friuli Venezia Giulia con qualche eccezione di Milano e Firenze. Probabilmente sconfinerò anche in Olanda a Utrecht.

Quanto ai nuovi contenuti presenti sul sito è arrivato un nuovo post sul blog: “Fabiana e Luca”. Un ”assaggino ” del set fotografico di una bellissima coppia. Si sono sposati nello splendido duomo di Porcia e trascorso una romantica e divertente serata al Castello di Villalta di Fagagna. A breve l’intero servizio di matrimonio.

Per informazioni o preventivi trovate tutti i miei contatti sul sito juancarlosmarzi.com. Sono sempre lieto di confrontarmi con nuove coppie di futuri sposi, capire le loro esigenze, scoprire se sono il fotografo giusto per il loro matrimonio.

Chi sono

Juan Carlos Marzi nasce in Colombia nel 1987 e scopre la fotografia all’età di 15 anni.
Studia Fotografia Digitale, Professionale e Immagine Pubblicitaria.
Dopo aver lavorato come fotografo di marketing per Graphistudio S.p.A., inizia a lavorare come fotografo per matrimonio nel ruolo di assistente di importanti professionisti in Italia e in Spagna.
Fotografo professionista dal 2011, può vantare collaborazioni di primaria importanza sia in Italia, sia a livello internazionale. Il suo stile, che si rifà ai principi del reportage giornalistico, riesce a cogliere in modo originale la naturale spontaneità e il romanticismo proprio della scena.
Il suo bagaglio formativo è arricchito dalla frequenza di corsi e workshop presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano.