Integrated Industry e Industrie 4.0

Che cos’è l’Integrated Industry:

Integrated Industry è sinonimo di sviluppo intelligente ed efficiente della produzione industriale e di collaborazione interdisciplinare tra settori e aziende” (Kocler)

L’espressione Integrated Industry indica:

1.La digitalizzazione e messa in rete di tutti i livelli di produzione

2.Macchine e materiali intelligenti e interconnessi: networking tecnico ed elettronico

3.Collaborazione interaziendale e intersettoriale

L’Integrated Industry è la tendenza in atto nell’industria internazionale ad una sempre crescente integrazione, è un approccio sofisticato al cambiamento dell’intera catena del valore globale: comunicazione, pianificazione, logistica e produzione.

Gli esperti di economiasono tutti concordi sul fatto che l’integrated industry (l’approccio integrato alla produzione) avrà un impatto determinante nei prossimi 10-15 anni per il successo delle aziende, delle industrie e delle economie nazionali nel contesto competitivo globale.

Integrated Industry: digitalizzazione e messa in rete di tutti i livelli di produzione

Il concetto di Integrated Industry è tradotto nella realtà da sistemi e processi di produzione intelligenti e dalla realizzazione e dal coordinamento di insediamenti con varia dislocazione geografica che cooperano perché collegati in rete.

Questo sarà reso possibile anche grazie ad Internet che ormai mette a disposizione 340 sestilioni (numero a 36 zeri) di indirizzi per l’identificazione di macchine, pezzi di lavorazione e parti.

Integrated Industrynon significa solo eccellente interazione tra automazione, tecnologie energetiche, tecnica dell’azionamento, subfornitura industriale e ricerca e sviluppo.Integrated Industry significa anche adozione della tecnologia dell’informazione nei processi di produzione.

Integrated Industry: macchine e materiali intelligenti e interconnessi – networking tecnico ed elettronico

Il concetto di Integrated Industry indica il collegamento in rete di tutte le macchine coinvolte nel processo di produzione. Questo significa che gli impianti produttivi saranno meno soggetti a errori perché nel prossimo futuro le macchine saranno in grado di riconoscere eventuali anomalie nei pezzi in lavorazione oppure sarà il pezzo stesso a comunicare alla macchina per mezzo di codici come la lavorazione deve avvenire. Gli utensili si adatteranno da soli ottimizzando il processo di lavorazione in atto, in un certo senso il pezzo parlerà con la macchina.

I materiali intelligenti comunicheranno alle macchine come devono essere lavorati e saranno le parti stesse delle macchine a segnalare il loro bisogno di assistenza o manutenzione.
I componenti intelligenti di impianti altamente complessi segnaleranno autonomamente eventuali guasti ai sistemi di monitoraggio attivando così nell’arco di pochi secondi gli interventi necessari per evitare altri danni all’impianto e consentirne la riparazione.

Le industrie 4.0

Industrie 4.0,integrated industry,quarta rivoluzione industriale sono le espressioni rappresentative di quello che sta avvenendo nel mondo della produzione industriale e ovviamente anche delle tecnologie ad essa intimamente connesse.

L’espressione Industrie 4.0 fa riferimento alla quarta rivoluzione industriale che è l’evoluzione tecnologia e industriale già in atto in alcuni paesi e in alcuni settori produttivi.

A cominciare dal 18° secolo quando cominciò la prima rivoluzione industriale, questa dell’Integrated Industry e delle industrie 4.0è la quarta grande ondata di cambiamenti tecnologici, destinati come nel caso delle precedenti 3 rivoluzioni industriali a modificare radicalmente il contesto produttivo industriale mondiale.

La quarta rivoluzione industriale è l’integrazione di tecnologie internet nei processi di produzione, interconnessione in rete di prodotti e aziende, macchine intelligenti e autonome.

Leindustrie 4.0e l’integrated Industry sono il nucleo della quarta rivoluzione industriale: integrazione dell’organizzazione, processi, discipline specialistiche e intera catena di creazione del valore: tutta questa intelligenza è destinata ad essere utilizzata a beneficio della produzione industriale.

L’integrated Industry e le industrie 4.0offrono la possibilità di mantenere e ottenere una posizione dominante e competitiva all’interno dell’economia globale e questo è il motivo principale per cui l’integrated industry è così importante per la Germania, una nazione che ha nel settore manifatturiero la spina dorsale della sua economia.

L’efficienza dei processi produttividelle industrie 4.0:

Macchine che comunicano e interagiscono fra loro, stampa in 3D, cluod computing, fabbriche virtuali, internet of things non sono pallide utopie ma realtà da implementare rapidamente se vogliamo sopravvivere alla concorrenza internazionale” afferma Gianbattista Gruosso, docente del Politecnico di Milano. “Per tutte queste ragioni considerare l’ICT in maniera pervasiva nei processi produttivi è una leva importante di ripresa per un Paese manifatturiero come l’Italia.

Quello delle industrie 4.0e dell’integrazione industriale è un concetto che ogni nazione o azienda dovrebbe fare proprio e verso cui dovrebbe tendere per stare al passo con il mercato e non venirne tagliato fuori.

Le aziende industriali devono poter reagire prontamente alle oscillazioni della domanda. Gli impianti di produzione devono diventare più flessibili, per fare sì che gli assortimenti dei prodotti possano essere cambiati nel minor tempo possibile. Occorre aprire i propri orizzonti su mercati di sbocco globali per non dover dipendere dai singoli mercati.

Utilizzando sistemi di produzione più intelligenti, le industrie 4.0saranno in grado di reagire alle future tendenze del mercato, come ad esempio la richiesta di prodotti più individualizzati, pur mantenendo i costi allo stesso livello e riducendo i tempi di produzione.