Implantologia e diagnosi, interviene il Centro Odontoiatrico Vitaldent di Latina

I dentisti del Centro Odontoiatrico Vitaldent di Latina spiegano l’importanza di una diagnosi completa per accertare che sia possibile realizzare trattamenti di implantologia. Il chirurgo implantologo deve essere a conoscenza della situazione clinica globale del paziente interessato ad accedere agli impianti per assicurarsi che l’implantologia sia il trattamento più indicato.

Per il medico, continuano presso il Centro Odontoiatrico Vitaldent di Latina, è fondamentale conoscere nel dettaglio le abitudini del paziente inerenti sia all’igiene orale che al consumo di tabacco. È infatti altamente consigliabile mantenere sempre una costante igiene del cavo orale visto che la placca batterica può portare a un deterioramento dell’impianto dentale. Insieme alla scarsa igiene orale, anche il fumo è da considerarsi una controindicazione visto che influisce negativamente rallentando i processi di osteointegrazione e di guarigione.

L’unica condizione per quanto riguarda l’età, precisa l’equipe medica del Centro Odontoiatrico Vitaldent di Latina, è l’aver superato il processo di crescita osseo, ovvero l’aver compiuto all’incirca vent’anni. Un paziente anziano che presenti le caratteristiche adeguate, come ad esempio una sufficiente presenza di tessuto osseo, può affrontare senza controindicazioni l’inserimento di un impianto dentale.

Non è possibile realizzare trattamenti di implantologia se si soffre di una malattia cronica o se si è in gravidanza. Infine, ribadiscono i dentisti del Centro Odontoiatrico Vitaldent di Latina, è di fondamentale importanza che la prima visita sia accurata e che preveda che il paziente racconti nel dettaglio la sua storia clinica al medico curante.

I commenti sono chiusi