I bookmakers inglesi sono tra i migliori al mondo?

Il termine inglese bookmaker viene impiegato per determinare un’organizzazione privata o una persona che è legittimata alla riscossione di scommesse che possono riguardare avvenimenti sportivi, politici, sociali o di altra natura. Tutta l’attività deve essere effettuata nella completa legalità. Si ipotizza che la professione del bookmaker nacque nel Regno Unito nel 1780 durante una gara tra cavalli. Dalle scommesse di quell’evento sportivo, i bookmakers britannici iniziarono a proporre pronostici in tutti gli sport, nella politica, nella finanza, nel sociale e nei casi più popolari ed importanti dell’attualità. Ricordate le divertenti scommesse proposte per il matrimonio del secolo, tra il principe William e la sua amata Kate. Potevamo pronosticare il colore dell’abito della regina, il meteo del giorno, se il matrimonio durerà più o meno di un anno, se il primo figlio sarà un maschio o una femmina, etc… Il book in Inghilterra nasce e lavora nelle strade dei quartieri, parla con le persone, è un confidente, un amico, una persona fidata. Questa tradizione non è assolutamente finita con l’avvento delle agenzie online in internet; è sicuramente diminuita ma esiste in altre forme. I bookmakers inglesi rappresentano la storia delle scommesse e l’attualità del gioco online. Essendo parte integrante dell’aspetto sociale, li troveremo come organizzatori di concerti musicali, di feste e spettacoli, li vedremo e li sentiremo negli spot pubblicitari in tv ed in radio, li accosteremo ad esibizioni per beneficenza e leggeremo il loro marchio in tantissimi stadi, palazzetti e sulle più famose maglie di personaggi e team sportivi. La loro gestione è vigilata dall’UK Gambling Commission che controlla tutte le agenzie di gioco online britanniche e garantisce questa attività con regole severe che permettono agli scommettitori di giocare tranquillamente. L’importanza del bookmaker è rappresentata dal grande spessore acquisito nel mondo economico inglese, essendo ormai una delle più prestigiose e ricche industrie del Regno Unito. Offrono una vasta scelta di eventi sportivi internazionali, ottime quote, giochi, scommesse alternative, scommesse speciali, live bet, live streaming ma, principalmente qualità dei servizi, privacy, affidabilità, sicurezza, carisma e storia. I più grandi sportsbook al mondo  sono  britannici ed ultimamente hanno ulteriormente migliorato il loro prodotto data l’abile concorrenza di altre agenzie di gioco online europee ed in particolare maltesi. I siti internet sono più completi, propongono molti intrattenimenti ed eventi sportivi in diretta, presentano maggiori bonus e promozioni  e soprattutto hanno incrementato le quote sulle scommesse. William Hill, Ladbrokes, Titanbet, Pinnaclesports, Jutbull, l’eccezionale Bet365  e tanti altri, rappresentano il top per un appassionato sportivo e di scommesse. Tutto può essere copiato ma, nessuno potrà mai importare la mentalità e la storia inglese di questi fantastici book. Le rigide regole che controllano la loro attività sono state richieste dagli stessi affermati bookmakers inglesi  per salvaguardare i loro diritti e quelli dei clienti contro la formazione di nuove e non chiare agenzie di gioco online. Le poche ma, lineari ed inflessibili leggi consentono ai giocatori di entrare nei loro siti effettuando la registrazione dopo aver compilato solo un modulo online e rispondendo ad alcune precise domande di identificazione; potranno usufruire, inoltre, di numerosi metodi di pagamento veloci e sicuri. Oltre alla qualità dei servizi, difficilmente riscontrabile in sportsbook di altri paesi, i bookmakers anglosassoni sono encomiabili e superiori a tutti per il tempestivo supporto di assistenza ed in particolare per la sicurezza garantita del loro prodotto pubblicizzato e venduto, grazie alla potenza economica delle loro società; caratteristica che non ha eguali al mondo.

 

paolovinci

Consulente informatico e consulente sportivo professionista