Amatriciana DOC alla trattoria il Girasole. Rione Monti

L’amatriciana è uno dei piatti tipici della cucina romana. Ancora non si sa con precisione quale origine abbia avuto il suo nome. Alcuni sostengono che la sua antenata sia la gricia (o griscia), che alla fine sarebbe una versione della amatriciana senza pomodoro, il cui nome deriverebbe o dal gricio (il venditore di pane dell’ottocento) o da un paesino, a pochi chilometri da Amatrice, di nome Grisciano. Fatto sta che alla fine del diciottesimo secolo alla gricia venne aggiunto il pomodoro e venne creata l’amatriciana. Tutto questo discorso non è poi così distante dal vero fulcro di questo articolo. C’è una trattoria nel cuore di Roma, in via del Boschetto, dal nome Il Girasole, in cui avrete la possibilità di assaporare questo piatto tipico dell’antica tradizione romana, esattamente come veniva preparato all’epoca e sentendovi parte di quel periodo. La trattoria Il Girasole, infatti, ha una caratteristica unica, rappresentata dal suo ambiente. Sarete circondati da antiche mura settecentesche e da soffitti in travi di legno a vista, che ricreeranno l’atmosfera delle vecchie locande in cui l’amatriciana era la regina assoluta. Potrete ordinare anche un vinello della casa, bianco o rosso che sia, per aumentare ancora di più la sensazione di trovarvi in un’altra epoca, gustando gli antichi sapori della tradizione capitolina. Ovviamente la trattoria non offre solo l’amatriciana, ma quello è uno dei suoi piatti forti e una volta finita sarete molto dispiaciuti, tanto che sentirete il bisogno di tornare di nuovo a mangiarla. Se state passeggiando in centro, precisamente dalle parti del Rione Monti, non dovete perdervi un’esperienza come questa.