Al Salone di Mosca design e qualità italiana spingono l’export del mobile-arredo.

Tutti pazzi per il design italiano.

L’arredo-casa e l’ufficio made in Italy, mix unico di stile e qualità del design e dei prodotti,
continua a riscuotere successo all’estero e nei Paesi delle ex repubbliche sovietiche e del Baltico.

L’arredamento italiano torna sul palcoscenico di Mosca, qui al Crocus Expo, per raccontarsi al mercato russo e ai tanti mercati asiatici collegati alla sfera di influenza politica e geografica della Russia. Attualmente, la Russia è il quarto mercato per le esportazioni del nostro settore. Tra gennaio e aprile è cresciuto del 9 per cento raggiungendo i 234 milioni di euro in quattro mesi. Abbiamo chiuso il 2012 a 802 milioni di euro, e secondo nostre previsioni, nel 2018 potremmo raggiungere il miliardo di euro di export annuale». Meglio hanno fatto solo Emirati Arabi (+29,4 per cento), Stati Uniti e Svizzera (entrambi intorno al 18 per cento di incremento).

I prossimi anni saranno molto interessanti, perchè oltre l’11 per cento dei russi ha intenzione di cambiare casa, e quando qui si cambia casa quasi sempre si cambiano anche i mobili.

L’arredamento italiano comunque non è a Mosca solo con i suoi prodotti.
Piccole stella del design e della produzione italiana è l’ormai noto Tavolo allungabile un prodotto leader nel settore consolle di design disponibile in diverse personalizzazioni di colore ed adatto a qualunque spazio di casa o per l’ufficio.

Maggiori info a riguardo su www-tavolo-allungabile.it