Vitaldent spiega come scegliere lo spazzolino più adatto per una corretta igiene orale


È riconosciuto che lo spazzolino da denti rappresenta lo strumento principale per poter rimuovere la placca batterica e garantire una corretta igiene orale, importante sin dall’antichità. Infatti, il primo spazzolino risale al 3000 a. C. e consisteva in un bastoncino da masticare con un ramoscello in punta che permetteva di pulire i denti e il resto della bocca.

Oggi si può contare su un’ampia gamma di spazzolini che possono variare tra loro per forma, misura e struttura. Grazie ai consigli forniti dagli odontoiatri della Vitaldent, è possibile scegliere il tipo di spazzolino più adatto alla propria bocca. Come? Seguendo alcune semplici regole.

L’aspetto fondamentale – sottolineano i dentisti della Vitaldent – da tenere in considerazione quando si sceglie lo spazzolino da denti è che la testa, ovvero la parte dove si trovano le setole, permetta di accedere a qualsiasi punto della bocca. Per garantire una pulizia ottimale, la testa dello spazzolino deve essere piccola e arrotondata, per non traumatizzare i tessuti molli, e non deve presentare delle fessure nella zona in cui sono attaccati i ciuffi delle setole, per evitare che i batteri si accumulino.

Un altro fattore importante per la scelta dello spazzolino, riguarda la tipologia delle setole. Possono essere dure o morbide a seconda del tipo di gengive del soggetto. Se sono particolarmente sensibili e si soffre di gengivite, i dentisti dei Centri Vitaldent suggeriscono di utilizzare uno spazzolino dalle setole morbide per evitare di danneggiarle ulteriormente durante la pulizia quotidiana. Anche la conformazione ergonomica del manico, che permette allo spazzolino di oscillare, facilita una certa morbidezza durante la pulizia.

Infine, gli odontoiatri della Vitaldent raccomandano di lavarsi i denti dopo ogni pasto, di fare uso del filo interdentale e del collutorio per completare al meglio la pulizia, di cambiare lo spazzolino da denti ogni 2-3 mesi e di effettuare una visita dal dentista almeno una volta all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *