Un tipo di arredamento particolare: i mobili provenzali


I mobili francesi comprendono sia i mobili più sofisticati realizzati a Parigi per i re e la corte, nobili e ricchi borghesi di caste superiori, da un lato, ed anche i mobili della provincia francese realizzati nelle città di provincia e le città, molte delle quali, come Lione e Liegi, mantenute con identità culturali distinta dalla metropoli. C’era anche un filone conservatore artigianale tradizione rurale di mobili francesi del paese che rimase intatta fino all’avvento delle ferrovie nella metà del XIX secolo: sono i mobili provenzali.

 

 

Come vengono realizzati i mobili provenzali

I mobili provenzali possono essere fatti con legno nuovo o legno riciclato vecchio (abete, rovere e pioppo), trattati con le seguenti tecniche: decapè, ceruse, lacche, olio moiréd. La maggior parte dei prodotti che vengono utilizzati sono naturali, come ad esempio: pigmenti puri, olio di lino, tempera a base d’acqua e colla di coniglio. Lo stile provenzale è l’espressione di una forma artistica che si è evoluta in una regione specifica del sud della Francia, in Provenza, terra di prodotti tipici mediterranei come l’olio d’oliva e vino, campi di grano e girasoli, ma con l’aggiunta di un impianto speciale: lavanda, le cui distese profumano e colorano la campagna estiva. In passato, era il luogo dove i tessuti provenienti dall’India arrivavano in Europa, e così la terra e i pigmenti della regione sono stati utilizzati per la tintura dei tessuti. I colori sono il cuore dello stile dei mobili provenzali: hanno una spiccata semplicità della forma unita ad uno stile toscano ma senza lo sguardo severo del legno massello incolore e rifinito con gommalacca e cera.

I mobili di stile provenzale sono davvero particolari e questi è il motivo per cui molte persone scelgono oggi di usarli per una parte della loro casa, o anche solo un pezzo di arredamento. I mobili provenzali sono in grado di donare la semplicità della vita di campagna in un contesto moderno dove il calore tradizionale sta scomparendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *