Trading on line, come trovare uno stile di trading vincente?


Le statistiche parlano chiaro: più del 90% delle persone che si buttano nel mondo del trading on line, perde tutto il proprio denaro, o quasi tutto, nel giro di pochi mesi. Viene a questo punto da chiedersi in cosa differiscono i trader di successo dal restante 90% che non ce la fa?

La prima cosa da valutare è il tipo di trading verso il quale si è più portati. Alcuni trader si sentono più capaci nel trading intraday o comunque di brevissimo termine, mentre altri si sentono più portati per un trading di medio/lungo periodo. Se tenere una posizione aperta per più giorni crea ansia e non fa dormire tranquilli evidentemente non si è fatti per il trading di lungo periodo. Viceversa, se stare incollati al monitor per ore guardando i movimenti dei cambi in tempo reale fa mancare l’aria, allora non siamo adatti per lo scalping e l’intraday quindi sarebbe meglio buttarsi su attività di trading più a lungo termine.

Una volta capita la propria attitudine verso certi tipi di trade (scalping, intraday o long term) piuttosto che verso altri, occorre passare alla scelta di un buon broker che si adatta di più alle nostre esigenze, scelta che comporta anche un’attenta analisi delle piattaforme di trading esistenti. Esistono piattaforme di trading più adatte per operare nell’intraday e altre più adatte alle strategie di lungo termine, quindi stiamo bene attenti a non aprire un conto forex con denaro reale con broker che non ci permettono di utilizzare una piattaforma adatta al nostro modo di operare.

Infine, il segreto per essere un trader vincente è, secondo me, la creazione di un proprio trading plan che deve rispettare regole chiare e precise.

Un trading plan efficace dovrebbe indicare per prima cosa quanta parte del nostro denaro siamo disposti a rischiare per ogni trade e complessivamente per tutti i trade che vogliamo aprire contemporaneamente. Di solito questa percentuale varia da circa l’1% a un massimo del 5% del capitale a disposizione. Questo dipende dal nostro stile di trading e dalla nostra tolleranza al rischio. Altra cosa da includere nel nostro trading plan sono gli obiettivi che vorremmo raggiungere; è importante fissarsi degli obiettivi di profitto realistici stabilendo quale sia il rapporto rischio/rendimento che si è disposti ad accettare in ogni trade: alcuni trader per esempio non entrerebbero mai a mercato se questo rapporto non fosse almento 1 a 3, per altri invece basterebbe un rapporto 1 a 1,5 per decidere di entrare nel trade.

Nel nostro piano di trading occorre poi stabilire a priori i segnali di entrata e di uscita. La maggior parte dei trader concentrano i loro sforzi nella ricerca di segnali di entrata , che non sono altro che situazioni ben precise dei grafici che derivano dallo studio dell’analisi tecnica, prestando scarsa attenzione a quando e dove uscire dal mercato. Questo perché non riescono ad accettare di vedere il loro trade avvicinarsi al livello di perdita, ma ciò è deleterio. Bisogna imparare e non prendere le sconfitte come qualcosa di personale ma semplicemente come una delle situazioni in cui ci si può trovare facendo trading on line. Bisogna inoltre considerare che le condizioni e le regole del mercato possono cambiare, come pure le capacità del trader, che con il tempo e l’esperienza migliorano. Questo trading plan dovrebbe essere quindi seguito alla lettera mentre si sta eseguendo un trade, ma costantemente rivalutato alla chiusura dei mercati.

Infine, al termine di ogni trade è fondamentale compilare un diario con le nostre annotazioni e le conclusioni sul trade di riferimento. Questo è un sistema molto potente che ci permette, alla chiusura settimanale dei mercati, di rivedere tutte le operazioni che abbiamo concluso e capire dove si è sbagliato, per poi eventualmente modificare il nostro stile di trading e il trading plan per la settimane successive.

In conclusione non c’è alcun modo per assicurarsi che la nostra attività di trading sarà sempre profittevole. In ogni caso, qualunque sia lo stile di trading che decidiamo di adottare, occorre ricordare che i trader di successo trattano il trading come un business vero e proprio: sanno di avere le probabilità a loro favore e sanno che, con un buon broker, una piattaforma di trading on line adatta a loro, e un piano di trading ben redatto, potrebbero riuscire a sopravvivere nel gioco del trading ottenendo anche notevoli profitti.

Andrea de Ceco

Andrea de Ceco dopo anni d'esperienza come broker a Londra, oggi lavora come consulente per societa' di brokeraggio ed e' l'autore di vari siti sul trading online e sulle maggiori piattaforme di trading disponibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *