Torna “P. Assaggi di vino” Degustazione nel borgo

Vini e non solo nell’ottava edizione di “P. Assaggi di vino”, in programma venerdì nel borgo San Giuliano dalle ore 21 in poi.
Nella quattro piazzette dell’antico borgo dei marinai e sul ponte di Tiberio saranno ventisette le aziende locali che presenteranno i loro prodotti.
Una serie di offerte all inclusive hotel rimini sono state organizzate e proposte dagli albergatori che hanno fatto proprio l’evento pubblicizzandolo negli hotel 3 stelle rimini.
A partire dai vini, naturalmente: Vini Doc Colli di Rimini (Cabernet-Sauvignon, Rebola e Sangiovese) e i Vini Doc Romagna (Pagadebit e Sangiovese).
Continuando con le eccellenze del territorio: formaggi, miele, salumi di mora romagnola, pesce dell’Adriatico.
Ogni azienda gestirà una propria postazione e, in cambio di uno o due coupon a seconda della tipologia di vino, si potrà fare un assaggio.
Per partecipare alla degustazione è necessario acquistare l’apposito calice al prezzo di 6 euro, che dà diritto anche a tre coupon iniziali.
Per ogni assaggio successivo il prezzo del coupon è di 2 euro
Novità dell’appuntamento 2011 di “P. Assaggi di vino” è la partecipazione di otto ristroranti del borgo che proporranno, a prezzo ridotto, piatti take away preparati con prodotti locali, da gustare passeggiando.
La manifestazione prevede, come sempre, spettacoli dal vivo.
Sul ponte di Tiberio c’è il dj-set di Black Dahlia, mentre nelle piazzette si svolgeranno i concerti di Ciaranda duo (latino), D-versione (pop-rock), La Santeria (blues).
L’evento è promosso dalla Strada dei vini e dei sapori dei Colli di Rimini, Camera di commercio e Provincia, e vuol far scoprire i prodotti di qualità del territorio con l’obiettivo di integrare il turismo della costa con la conoscenza dell’entroterra.
<< E’ un matrimonio che s’ha da fare, quello tra mare e collina>>, afferma Gaetano Callà, presidente della strada dei vini e dei sapori.
Opinione condivisa da Valter Bezzi della Camera di commercioche vede in “P. Assaggi di vino” un momento di promozione dei prodotti locali che indica la necessità di unire i due territori.
Per rendere possibile la manifestazione, il ponte di Tiberio e buona parte del borgo San Giuliano saranno chiusi al traffico a partire da venerd’ pomeriggio.