Togliere i denti del giudizio? Vitaldent di Brescia spiega quando è necessario


Chiamati del giudizio perché appaiono intorno ai 18 anni di età, alla Vitaldent di Brescia ci spiegano che questi denti possono creare diversi problemi che spesso portano lo specialista a decidere per l’estrazione degli stessi. Le cause di questa decisione possono essere diverse.

Alla Vitaldent di Brescia specificano che può manifestarsi una dolorosa infiammazione della gengiva che circonda i denti del giudizio. Se questa si presenta in modo importante e non è possibile curarla con risciacqui di colluttorio antibatterico alla Clorexidina, l’unica soluzione possibile è procedere all’estrazione del dente.

Inoltre – continuano alla Vitaldent di Brescia – la carie spesso si forma con facilità nei denti del giudizio a causa della loro posizione e in molti casi è meglio togliere il dente e non curarlo. Si consiglia poi l’estrazione del dente del giudizio quando non ha sufficiente spazio per uscire e causa dolore. Se le mascelle, infatti, sono troppo piccole per tutti i denti, è possibile che non ci sia sufficiente spazio per far sì che i denti del giudizio escano correttamente, con tutte le conseguenze negative che questo comporta. In generale, precisano alla Vitaldent di Brescia, l’uscita dei denti del giudizio in una posizione errata facilita l’accumulo di placca e rende difficile l’igiene dentale quotidiana.

Se l’unico rimedio è l’estrazione del dente, puntualizzano alla Vitaldent di Brescia, lo specialista farà un’analisi radiografica per vedere la radice del dente e decidere come intervenire. In alcuni casi bisogna fare piccoli interventi chirurgici in cui si applica al paziente una anestesia locale o generale a seconda dei casi. Dopo l’estrazione il paziente presenterà un gonfiore per alcuni giorni fino a completa guarigione. In questo periodo è importante seguire i consigli dello specialista per favorire la guarigione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *