“Una storia di Azzurro e Amicizia”, a Cori il ricordo dell’Ing. Alessandro Marchetti

UNA STORIA DI AZZURRO E AMICIZIA A CORI IL RICORDO DELL’ING. ALESSANDRO MARCHETTVenerdì 1 Aprile, alle ore 09:30, il Complesso Monumentale di Sant’Oliva ospiterà una conferenza in memoria dell’Ingegner Alessandro Marchetti nell’anno del Cinquantesimo anniversario della sua morte. L’incontro, organizzato dalla 4ª Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la Difesa Aerea e l’Assistenza al Volo di Borgo Piave e dal Comune di Cori, rientra nell’ambito dell’evento “Una storia di Azzurro e di Amicizia”.

Sarà un importante momento per raccontare il forte legame storico-culturale esistente tra il territorio pontino e l’Aeronautica Militare. Una storia iniziata nel 1927 con la presenza di tre campi di volo a Cisterna, Sezze Romano e Terracina, che garantirono sicurezza a tutti quei piloti che sorvolarono i cieli laziali, fino ad arrivare ai giorni odierni dove sono presenti la 4ª Brigata e il 70° Stormo, due reparti d’eccellenza della Forza Armata. Una storia che racconta come lo stesso agro pontino sia stato importante per l’Arma Azzurra con personaggi che si sono contraddistinti per abnegazione e coraggio, come Giorgio Rossi, Publio Magini (Comandante e pilota istruttore della scuola di volo senza visibilità) o Alessandro Marchetti, noto progettista e costruttore pontino entrato nella storia dell’Aeronautica Militare.

L’Ingegner Alessandro Marchetti (Cori, 18 Giugno1884 – Sesto Calende, 5 Dicembre 1966) è una figura di spicco nel settore aeronautico mondiale, che si distinse per la sua alacre inventiva e capacità tecnica nella costruzione dei primi velivoli. Il convegno sarà presieduto dal Generale di Brigata Aerea Giuseppe Sgamba, Comandante della 4ª B.T.S. D.A./A.V. Sarà presente il Prefetto di Latina, Pierluigi Faloni e il Sindaco di Cori, Tommaso Conti. Tra i relatori il Gen. (R) Euro Rossi (ex Com.te del 70° Stormo ed autore del libro “Nido d’Aquile”), Alessandro Caucci Molara (rappresentante della famiglia Marchetti), Gregory Allegi (storico e giornalista aeronautico) e il Tenente Colonnello Paolo Nurcis (rappresentante dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore Aeronautico).