Sicurezza sul lavoro nei ristoranti


Aprire un ristorante è un sogno condiviso da molte persone nel mondo, ancor di più nella nostra bella penisola dove il cibo è fonte di gioia e passione dal nord al sud, senza tralasciare le magnifiche isole. Ma oltre ad amare la buona cucina, il titolare di un ristorante deve conoscere bene le normative vigenti sulla sicurezza HACCP e quelle che riguardano la sicurezza sul lavoro dei suoi dipendenti. Per venire a conoscenza di queste norme e rimanere sempre informato ed aggiornato, ci si potrà rivolgere ad una delle aziende leader nel settore sulla sicurezza sul lavoro Roma come ad esempio la società US Group.

Se però il ristorante di cui si è proprietari, è un’attività a conduzione familiare e non ci sono dipendenti esterni, non è necessario essere soggetti alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro in base al decreto legislativo numero 81 del 2008.

Essere in regola con la normativa HACCP

Le basi della normativa HACCP prevedono, in primo luogo, che sia messo a disposizione degli organi di controllo un piano di autocontrollo alimentare. Un requisito molto importante è che tutti i lavoratori devono aver conseguito l’attestato HACCP e bisognerà che il datore di lavoro nomini un responsabile dei controlli. Inoltre sarà necessario effettuare numerosi ed efficaci controlli

sugli alimenti preparati, le attrezzature, le superfici ed i luoghi di lavoro. Gli alimenti devono, altresì, essere preparati in un locale idoneo che possieda muri e piastrelle lavabili, un bagno con il relativo antibagno ed uno spogliatoio che metta a disposizione un armadietto separato per abiti da lavoro e vestiti sporchi. In un ristorante che si rispetti devono essere effettuate le analisi dell’acqua previste dalla legge 31. Fondamentale è, inoltre, usare dei prodotti per la pulizia e la disinfezione a norma del Decreto legislativo numero 152 del 3 aprile 2006.

Normative in materia di sicurezza

Per garantire la sicurezza sul lavoro in un ristorante il datore di lavoro deve procedere alla valutazione dei rischi nelle aree lavorative e apporre la relativa segnaletica di sicurezza. Deve, inoltre, nominare un responsabile che si occupi della prevenzione ed uno addetto alla sicurezza antincendio ed al primo soccorso che devono aver frequentato un regolare corso di formazione ed i relativi aggiornamenti. Infine, anche tutti i lavoratori devono essere formati sui rischi con corso specifico. Se il tipo di lavoro sottopone, gli impiegati a particolari rischi bisognerà, inoltre, nominare il medico competente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *