Seo ok ma con moderazione


Spesso l’attività di Seo non viene svolta semplicemente dall’agenzia a cui viene affidato il progetto, ma a volte capita che ci sia una collaborazione reciproca con l’azienda titolare del sito la quale ad esempio s’impegna ad aggiornate news, e contenuti del sito magari scritti sotto indicazione del Seo in questione in modo da essere ottimizzati per il motore di ricerca.

Fino a qui sembra tutto ok, ma dove sorge il problema? Il problema sorge nel momento in cui sia l’agenzia seo che l’azienda proprietaria del sito da promuovere si dimenticano dell’utente e si focalizzano solo sul motore di ricerca.

Infatti non dobbiamo dimenticare che il sito deve essere fatto principalmente per chi lo deve visitare in quanto è colui che potrà poi diventare un vostro cliente.
Se il sito ed i contenuti sono solo una sfilza di parole chiave che hanno un minimo senso ma non sono utili all’utente, quest’ultimo non farà altro che passare al sito del vostro concorrente che magari offre qualcosa in più di un risultato nel motore di ricerca.

Quindi va bene l’attività di ottimizzazione e tutto, ma come ogni cosa va fatta con moderazione e nelle giuste quantità.
L’importante è iniziare con una buona base, una buona struttura del sito e contenuti utili e di qualità, non avendo fretta di avere risultati perché spesso l’attività di Seo impiega un po’ di tempo a dare i suoi frutti, ma se il sito vale, varrà la pena aspettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *