“Salve, sono Giulia” il romanzo della scrittrice Federica Guida, edito da Screenpress


Federica Guida è la scrittrice emergente che ha pubblicato due libri con la casa editrice Screenpress; la sua seconda uscita editoriale è del 2011 con il romanzo: Salve, sono Giulia.

La Guida affronta in modo semplice ma incisivo il duro tema del lavoro precario, ma anche quello dei sogni e delle passioni artistiche che accomuna molti giovani di oggi.

La trama del libro parla di Amanda, una giovane precaria che tiene nascosto dentro di sè la passione per la danza. Trascorre le sue giornate tra gli uffici del suo impiego precario che non le dà nessuna soddisfazione; al contempo vive i suoi momenti più sereni quando indossa le sue scarpette da ballo e si libera nella danza.

La sua vita non è stata facile, e continua a vivere le sue difficoltà nel suo presente. Le emozioni l’hanno spesso tradita: sentimenti sia amorosi e sia famigliari. Il padre, è sempre stata una figura assente, e l’amore ha scolpito il suo cuore con forti delusioni.

Tutto questo sembra cambiare quando un giorno, durante uno dei suoi soliti tragitti in treno che prende abitualmente per andare in ufficio, incontra due occhi magnetici che la fissano. Un giovane, Alex questo è il nome, la fissa da lontano. Ciò che colpisce Amanda non è solo il suo sguardo, ma scoprire che questo ragazzo, anche lui un artista che tiene stretto tra le mani un album ed una matita da disegno, sta disegnando un ritratto: proprio il suo, quello di Amanda.

Che cosa cambierà quest’avvenimento nella vita della giovane precaria? Un libro quello di Federica Guida in perfetta simbiosi con la vita dei giovani precari dell’era moderna. Una trama nella quale potersi individuare, compreso l’amore e le difficoltà collegate ad una famiglia o ad un componente di questa come appunto il padre nel caso del libro “Salve, sono Giulia”, che troppo spesso si rivela assente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *