Roberto Casula sulla riduzione del gas flaring


Roberto Casula sviluppa una lunga carriera in Eni: dal 1988 collabora con l’ente, allora chiamato Agip, rivestendo via via cariche di maggiore responsabilità fino a ricoprire oggi la posizione di Chief Development Operations & Technology Officer. Recentemente è intervenuto durante l’incontro di Parigi su temi quali prevenzione infortuni e sostenibilità.

Eni riduce di tre quarti i livelli di gas flaring: l’intervento di Roberto Casula

Venerdì 30 settembre si è tenuta a Parigi la presentazione del modello di Eni per lo sviluppo sostenibile delle risorse energetiche e della nuova mission della società. Roberto Casula ha dichiarato come Eni sia riuscita a ridurre sensibilmente nell’arco di dieci anni il livello di gas flaring, ovvero il gas combusto in torcia e relativo alla produzione. Dalle considerazioni che emergono si evince come le intenzioni siano quelle di ridurre il totale a zero entro il 2025. Altro tema importante affrontato durante l’incontro, oltre alla sostenibilità ambientale, è quello relativo alla sicurezza, da sempre fra le priorità del Gruppo. Roberto Casula, Chief Development Operations & Technology Officer di Eni, ha confermato il dato che la vede come migliore società del suo settore a livello di indice infortunistico. Durante il 2015, il Total Recordable Injury Rate si è assestato a 0,45, nettamente inferiore se paragonato all’1,3 medio delle altre aziende competitor. L’obiettivo di Eni, anche in questo caso, è quello di ridurre a zero tale dato.

Iter professionale di Roberto Casula

Roberto Casula nasce a Cagliari nel 1962 e consegue la Laurea in Ingegneria presso l’Università del capoluogo sardo, specializzandosi successivamente in Ingegneria Mineraria. Nel 1988 inizia la sua carriera professionale in Agip S.p.A. in qualità di Reservoir Engineer, trasferendosi qualche anno dopo a Luanda per ricoprire la carica di Petroleum Engineer per Agip Angola Ltd. Nel 1994 diventa Chief Development and Production Engineer, posizione che riveste fino al 1997, anno in cui decide di rientrare in Italia per ricoprire il ruolo di Development and Production Coordinator di Eni S.p.A., occupandosi del coordinamento di tutte le attività relative ai Paesi centro-asiatici e a quelli dell’Africa Occidentale. Nel 2001 Roberto Casula inizia la carriera dirigenziale con il trasferimento in Iran, dove inizia a lavorare come Project Director per Giant South Pars Gas fasi 4-5. Nel 2004 assume la carica di Amministratore Delegato di Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A. e in seguito inizia a ricoprire ruoli di responsabilità crescente: diventa Managing Director di Eni Nord Africa BV nel 2005, Senior Vice President della Regione Sub-Sahariana nel 2007 e Executive Vice President nel 2011. Oggi Roberto Casula è Chief Development Operations & Technology Officer di Eni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *