Rendiamo l’aria più respirabile grazie alle auto elettriche

Prendiamo in considerazione due fattori che ormai diamo per scontati, ma non dovremmo:

2)una diminuzionedella respirabilità dell’aria delle città, sempre più pesante e inquinata.

Mitsubishi, il colosso automobilistico nipponico giapponese, cerca di dare una soluzione presentando incoraggianti incentivi per la sua auto elettrica la famosissima Mitsubishi I Miev.

Quest’automobile rivoluzionaria ha prestazioni molto buone e un costo di gestione ben più basso se paragonato con le automobili alimentate a Benzina o Diesel (si parla di meno di due euro per il pieno contro i 1,8 euro al litro per i combustibili fossili).

Le prestazioni sono decisamente indicate per la città e i viaggi non troppo lunghi, le auto elettriche presentano la ripresa scattanti.
L’autonomia di una ricarica dura almeno 150 kilometri e una ricarica può durare al massimo 7 ore.
Non è nemmeno da trascurare la silenziosità della macchina, un vero toccasana anche per l’inquinamento acustico delle nostre città.

Parliamo ora dell’ambiente, essendo un‘auto elettrica le sue emissioni sono pari a 0 ed è utilizzabile anche in caso di blocchi di traffico, o targhe alterne, sempre più frequenti.

Il prezzo grazie ad incentivi e al suo giusto corso nel corso di questi ultimi anni è calato e nonostante non sia proprio quello di un’utilitaria risulta in ogni caso parecchio competitivo calcolando anche il fatto che i costi di gestione di quest’auto sono pressoché irrisori.

Se il decennio scorso è stato quello della rivoluzione informatica senza ombra di dubbio questo sarà quello della rivoluzione ecologica, e questa rivoluzione avrà come attori principali tutti noi e le nostre autovetture.

L’auto elettrica si presenta come la più grande sfida di questo decennnio, vediamo cosa propone Mitsubishi