[Recensione] DESCHEMA “s/t” (Autoproduzione 2017)


Inizialmente conosciuti come Ghost Space, i Deschema si formano nell’estate del 2008 per volere del batterista Massimiliano Manetti, del cantante e tastierista Gianluca Polvere e del chitarrista Giulio Cappelli. Inizialmente il progetto nasce con poche aspettative vista la giovanissima età dei componenti appena quattordicenni. In seguito ad alcuni cambi di line-up, nel 2010 la band raggiunge una formazione stabile grazie all’ingresso di Nicola Facco alla chitarra ed Emilio Goracci al basso. Da allora la band ha lavorato alla composizione di numerosi pezzi senza mai arrivare alla pubblicazione di un disco e dedicandosi prevalentemente all’attività live. Tanti i risultati raggiunti come la vittoria di Sanremo Rock nel 2013 e la pubblicazione finalmente nel 2017 (febbraio) del loro primo EP ufficiale. Un lavoro molto maturo forse per via del lungo periodo di gestazione che ha avuto. I ragazzi hanno lavorato sodo e i risultati si sentono tutti. Canzoni potenti dalla struttura electro pop che non disdegna tratti rock. Un gruppo che può andare benissimo nel piccolo club e nei grandi palchi. Speriamo presto che chi di dovere si accorga di questa interessantissima giovane band. Olive Scanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *