Pubbicato un articolo della Vital Dent Torino

Come è entrato in contatto con Centri Odontoiatrici Vital Dent ?

Il direttore della Biomax di Vicenza mi ha contattato per valutare una collaborazione presso il Centro Vitaldent.  A Torino, infatti, erano in apertura alcune Cliniche, e sapeva che stava cercando Dentisti referenziati. Non avevo nessun tipo di informazione sugli Studi Vitaldent. Avevo il mio Studio Odontoiatrico con una buona attività, e non pensavo di intraprendere collaborazioni. Sono quindi andato al primo incontro senza alcuna aspettativa, ho conosciuto prima un referente HR e successivamente il proprietario di una delle Cliniche Vitaldent di Torino. Ho tratto una buona impressione dai miei interlocutori, mi sono sembrate persone capaci e quindi mi sono detto “proviamo”. Nel febbraio 2009 ho iniziato…

Qual era la sua idea iniziale del Centro Vital Dent, come percepiva questa realtà dall’esterno? E cosa è ora per lei?

Come detto prima, non avevo nessun tipo di idea, ma normali perplessità come quando si valuta una collaborazione in qualsiasi realtà: si riesce a lavorare bene? Si forma gruppo? Si ha sempre la disponibilità di un assistente? L’Odontoiatria lo è dappertutto: nel mio Studio o nella Clinica Vitaldent, io devo dare preminenza al paziente, siamo io e lui a confronto con la sua salute. Ho avuto la massima disponibilità da parte della clinica e professionalità, in primis, nella cura.

Cosa l’ha portata ad iniziare questa esperienza? Un professionista affermato, saturo di impegni, ha valutato Vital Dent come un’opportunità? Ci spieghi…

I Centri Odontoiatrici Vital Dent cercava uno specialista in implantologia. Essendo io interessato in particolare a questa branca ho accolto volentieri l’opportunità. Nel mio Studio seguo il paziente a 360°, qui mi è permesso di trattare unicamente la chirurgia avanzata. Mi si prospettava di occuparmi di ciò che più mi appassiona, lavorando su un gran numero di pazienti con problematiche differenti. Di avere, quindi, un’ampia casistica. L’attività gestionale e burocratica non è sulle spalle del professionista, come nel proprio Studio, ma di chi ne ha le competenze. Si chiede al medico di fare unicamente il clinico.

Inizialmente occorre un periodo di assestamento per entrare nelle dinamiche operative di clinica. Quali le complessità riscontrate? Come sono state superate?

Non c’è stato alcun tipo di assestamento, perché come già detto, l’Odontoiatria è uguale dappertutto. Sono abituato ad uno staff numeroso com’è in un Centro Odontoiatrico Vitaldent; il protocollo della prima visita rispecchia l’approccio adottato nel mio Studio Dentistico. Qualche collega può trovare difficoltoso il fatto di essere inserito in un contesto multiprofessionale, ma ciò semplifica di molto l’attività. Soprattutto avere a supporto figure di staff non Medico aiuta a concentrarsi unicamente sulla parte clinica.

(…continua…)

Fonte: Salutedentale.wordpress.com