“Patrimonio dell’umanità”, I siti in regione


La riviera romagnola che non è solo mare, è terra di siti diventati patrimonio dell’umanità grazie all’Unesco.
Sono tanti gli hotel rimini 2 stelle e gli hotel tre stelle rimini che offrono pacchetti settimanali con offerte tutto compreso giugno che includono visite presso i siti in questione.
Un breve elenco dei siti principali che sono stati insigniti dall’Unesco.
RAVENNA
Sono 8 i monumenti paleocristiani di Ravenna considerati Patrimonio dell’Unesco dal 1996: mosuleo di Galla Placida, battistero Neoniano, cappella Arcivescovile, museoleo di Teodorico, battistero delgi Ariani, le basiliche di Sant’Apollinare Nuovo, Sna Vitale, Sant’Apollinare in Classe.
SAN MARINO
Il centro storico e il Monte Titano della Serenissima Repubblica di San Marino, con i suoi 61,5 chilometri quadrati, dal 2008 sono stati inseriti dall’Unesco tra i patromoni dell’unamità in quanto testimonianza della continuità di una repubblica libera fin dal Medioevo.
DELDA DEL PO
Vero e proprio monumento naturale, con il suo sistema idraulico di diramazioni fluviali attraverso cui il fiume più lungo d’Italia sfocia nell’Adriatico inframmezzato da suggestive porzioni di terramferma, il delta del Po è patrimonio dell’umanità dal 1995.
FERRARA
Ferrara dal XIV secolo si è sviluppata, prima in Europa, attraverso la pianificazione dei regolamenti ce sono oggi comuni a tutte le città moderne.
E’ l’uncia tra le grandi città italiane, che non ha la struttura tipica dell’Impero Romano ma lineare.
Questo la rende unica.
MODENA
Dal 1997 il cuore medievale di Modena ha ricevuto il riconoscimento dell’Unesco per tre embiemi: la piazza Grande incrociata dalla slanciata torre campanaria della Ghirlandina, e dal duomo che al suo interno conserva le preziose decorazioni gotiche di Wiligelmo e della scuola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *