Odontoiatri Vitaldent di Monza: lo spazzolino può causare danni se non viene utilizzato correttamente


Potrebbe sembrare una banalità ma non tutti sanno utilizzare correttamente lo spazzolino da denti, ci informano gli Odontoiatri Vitaldent di Monza, e questo rappresenta un problema per le conseguenze che comporta. Generalmente le persone credono erroneamente di pulire bene i denti utilizzando uno spazzolino con setole medio-dure e con un movimento orizzontale energico.

Gli Odontoiatri Vitaldent di Monza spiegano che questa pratica sbagliata provoca danni importanti alla nostra bocca. La placca ad esempio non viene eliminata bensì spostata negli interstizi dentali e il movimento parallelo alla gengiva tende a pressarla e non a eliminarla. Inoltre, specificano gli Odontoiatri Vitaldent di Monza, questo movimento stacca la gengiva dai colletti dentali provocando non solo recessioni gengivali, ma anche gengive infiammate e sensibilità dentale.

Questa recessione gengivale espone la radice, una zona in cui si facilita l’accumulo di placca i cui batteri potrebbero raggiungere l’osso a cui si ancora il dente, causandone la perdita. Quando la gengiva recede, continuano gli Odontoiatri Vitaldent di Monza, i nervi presenti nella radice esposta provocano inoltre una sensibilità dentale molto fastidiosa che potrebbe rendere impossibile bere e/o mangiare cose fredde o calde.

La tecnica corretta per non creare danni alla nostra bocca è muovere lo spazzolino in direzione perpendicolare alla gengiva e sempre dalla gengiva verso il dente, dall’alto verso il basso. Per l’arcata inferiore vale il contrario, ossia un movimento dal basso verso l’alto. Un aspetto importante, puntualizzano gli Odontoiatri Vitaldent di Monza, è quello di non dimenticare la parte interna della dentatura, spesso trascurata. I denti posteriori vanno spazzolati dal dietro verso l’avanti e viceversa e non bisogna dimenticare di pulire la lingua, dove sono presenti i batteri spesso responsabili dell’alito cattivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *