“Nessun voto” di Elisabetta Formisano: la scuola che realizza i sogni…

nessun-voto-elisabetta-formisano-libriLa scrittrice Elisabetta Formisano nel suo romanzo “Nessun voto” racconta di un metodo innovativo, che trova le sue radici nella pedagogia, e che può cambiare le sorti degli studenti se utilizzato in maniera adeguata all’interno delle scuole.

Il messaggio del libro può essere riassunto in una frase di Martin Luther King che dice:
“Siate il meglio di qualunque cosa siate. Cercate ardentemente di scoprire a che cosa siete chiamati, e poi mettetevi a farlo appassionatamente.” Questo è ciò per cui si batte il coraggioso professor Franz Feldman, poiché è facendo venire alla luce le nostre doti naturali che possiamo produrre effetti positivi non solo per noi stessi, ma per l’intera umanità. In tal modo, lasceremo traccia del nostro passaggio su questa terra, e la nostra vita non sarà trascorsa invano.

L’esperimento che l’audace professore mette in pratica in una classe del liceo in cui insegna, consiste nel non attribuire alcun voto, se non alla fine dell’anno. In tal modo gli studenti potranno rendersi conto di essere loro stessi i costruttori del proprio futuro e si sentiranno responsabili per le proprie scelte.

L’ardito esperimento incontra parecchi ostacoli, soprattutto da parte del padre di Franz, insegnante di vecchio stampo, che gli si opporrà con ogni mezzo. Ma grazie alla sua perseveranza, alla sua intelligenza e alla sua purezza d’animo, il giovane riuscirà ad aiutare e a salvare più di uno studente, nonché a ricucire rapporti personali pesantemente interrotti…

Elisabetta Formisano nel suo romanzo “Nessun voto” vuole dimostrare come gli insegnanti, riuscendo a intuire le passioni, gli obiettivi e la personalità dei propri allievi, potrebbero condurli sulla giusta strada da percorrere nella vita. In tal senso, è necessario far comprendere agli alunni che lo studio non è finalizzato alla mera promozione, ma è il veicolo attraverso cui potranno realizzare i loro veri sogni.