Meccanica nella tornitura


La tornitura meccanica è la realizzazione di pezzi metallici e di componenti meccaniche tornite.

La tornitura meccanica utilizza torni a controllo numerico per realizzare oggetti ad alta qualità e con un alto livello di precisione. I prodotti derivati dalla tornitura meccanica sono vari e possono essere utilizzati in moltissimi settori.

I prodotti della tornitura meccanica si caratterizzano soprattutto per l’elevata precisione e per la possibilità di essere trattati successivamente dal punto di vista termico e chimico.

Eredi Baitelli è una torneria metallica certificata che si occupa di tornitura metallica di precisione da oltre 50 anni. Eredi Baitelli è una delle tornerie metalliche più quotate a livello internazionale.

I pezzi torniti di Eredi Baitelli vengono realizzati con professionalità e competenza e l’azienda stessa è ormai nel mondo garanzia di qualità assoluta nella tornitura.

Eredi Baitelli esegue lavori di tornitura metallica ad altissima precisione su diversi materiali metallici per diversi settori di applicazione.

Scopri le caratteristiche tecniche dei prodotti che possiamo realizzare

Scopri il nostro parco macchine

Scopri i settori di applicazione dei nostri prodotti

La tornitura meccanica produce inevitabilmente degli scarti che possono essere riutilizzati attraverso la fusione e il trattamento così da rientrare nel ciclo produttivo delle lavorazioni meccaniche.

Le università e i poli di ricerca continuano in questi anni a fare ricerca nell’ambito della meccanica della tornitura. Le università valorizzano e promuovono sul campo ingegneri meccanici capaci e intraprendenti che grazie alle loro competenze progettuali hanno contribuito ad elevare il livello qualitativo della produzione. Così le industrie del settore hanno potuto migliorare la qualità della loro produzione nelle tornerie meccaniche.

 

La tornitura meccanica: il tornio dal passato fino ai giorni nostri

 

Già dall’antichità gli uomini avevano scoperto l’importanza dei metalli. L’era dei metalli che va dal 3000 a.C. al 6000 a.C è il periodo in cui l’uomo inizia a prediligere l’uso del metallo per la costruzione degli utensili. L’uomo abbandona l’utilizzo della pietra. Inizialmente veniva lavorato il rame, poi cominciano a lavorare anche l’oro, l’argento e lo stagno.

Oggi invece un materiale molto apprezzato è l’acciaio. Una torneria meccanica è un’azienda in cui viene realizzata la tornitura  meccanica dei metalli con l’impiego di moderne macchine per la tornitura e la fresatura per produrre componenti meccanici ad alta precisione. Nell’antichità le tecniche per lavorare il metallo erano la forgiatura e la battitura a freddo e a caldo. Oggi con l’invenzione dei torni elettrici e con l’uso dei software la lavorazione del metallo raggiunge elevati livelli di qualità nel settore della produzione di massa. Con la tornitura meccanica vengono lavorati i metalli con l’impiego di moderne macchine per la tornitura e la fresatura per produrre componenti meccanici ad alta precisione e minuterie metalliche.

I torni a controllo numerico impiegati per la tornitura meccanica

I torni a controllo numerico sono chiamati anche torni CNC e vengono usati per la tornitura meccanica: rappresentano la massima evoluzione del tornio classico.  Può svolgere gli stessi compiti dei torni frontali, automatici, a copiare, a torretta e paralleli ma esegue tutte le sue mansioni in automatico controllato da un computer.

 

 

I parametri per la produzione del pezzo desiderato vengono inseriti tramite un programma apposito e la macchina si muove seguendo lo schema indicato in essi. Il buon andamento di questa operazione di tornitura meccanica viene controllato da sensori laser posti in punti strategici della macchina che inviano segnali al computer.

Se i sensori rilevano un pezzo difettoso o anomalo la macchina si attiva subito per la correzione dell’anomalia. La precisione dei prodotti ottenuti con la tornitura di tipo meccanico svolta da questa macchina è elevatissima infatti l’operatore si deve occupare solo di controllare una tantum il computer e fare controlli a campionamento sui prodotti.

tornitura meccanica

Come sono strutturati i torni CNC per la tornitura meccanica

I torni CNC per la tornitura di tipo meccanico come qualsiasi macchina CNC sono composti da:

  • Encoder: informano il computer sulla posizione e sul movimento degli assi su cui sono posizionati.
  • Motori elettrici: controllano il movimento dell’asse
  • Azionamenti: unità che controllano il movimento dei motori elettrici.
  • Computer: è un centro di controllo che prende dati dagli encoder, dall’operatore umano e dal programma. Spesso nelle moderne macchine per la tornitura meccanica  il controllo è diviso in due parti: una a bordo macchina e una a nella consolle dell’operatore umano.

Il tornio parallelo

Per i processi meccanici di tornitura vengono utilizzati anche i torni paralleli.

Il tornio parallelo è una macchina utensile per processi meccanici di tornitura molto usata nell’ambito dell’industria meccanica. Esso genera solidi di rivoluzione ed è impiegato soprattutto per la lavorazione dei metalli. È caratterizzato dal fatto che il moto di lavoro è costituito dalla rotazione del pezzo in lavorazione, mentre l’utensile, solidamente montato su una torretta, scorre parallelamente all’asse di rotazione.

Il pezzo può essere montato a sbalzo su un mandrino autocentrante che sporge dalla testa motrice oppure essere sostenuto tra il mandrino e la contropunta, situata in asse di fronte al mandrino a distanza regolabile. Quando il pezzo è montato a sbalzo è possibile lavorarlo di piatto (tornitura piana), facendo scorrere l’utensile in senso radiale rispetto all’asse di rotazione.

Il tornio parallelo per la tornitura meccanica consente essenzialmente lavorazioni basate su simmetrie rotazionali: cilindri, coni, sferoidi, solidi di rivoluzione con generatrice a sagoma.

 

Come già accennato il moto trasversale di avanzamento della torretta portautensili può essere manuale oppure automatico, funzione del moto di rotazione della contropunta, secondo un rapporto determinato dall’operatore con un cambio di velocità. Impostando opportunamente la velocità di avanzamento del carrello (e quindi della torretta portautensili) in relazione a quella di rotazione del pezzo da lavorare, si possono eseguire filettature, mentre utensili speciali montati sulla torretta consentono di effettuare al tornio lavorazioni  di tornitura meccanica quali godronatura e zigrinatura.

Montando invece una punta elicoidale sul sostegno del mandrino si possono eseguire anche forature radiali. Poiché però le normali punte elicoidali da trapano possono flettersi durante il lavoro, in seguito alla pressione esercitata con la vite del sostegno, è necessario eseguire prima, sulla superficie del pezzo da forare, una traccia (o “invito”) mediante l’uso di apposite punte molto corte, di notevole spessore e dotate di corti taglienti. In questo modo l'”invito” risulta perfettamente centrato ed è possibile, dopo, procedere alla foratura vera e propria con la normale punta trasversale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *