Meccanica o a membrana? Come scegliere la migliore tastiera gaming


La differenza tra una tastiera meccanica e una tastiera a membrana non dipende solo dal prezzo – che è molto più elevato nel primo caso – ma anche e soprattutto dalle caratteristiche e dalla conformazione dell’uno e dell’altro prodotto. Per i videogiochi, si potrebbero usare entrambe le tastiere con uguale soddisfazione, a meno che non si abbiano esigenze specifiche legate a titoli particolari.

Se si ha in mente di comprare una tastiera meccanica è bene tenere presente che non si potrà spendere meno di 50 euro: diverso è il caso di una tastiera a membrana, con modelli in vendita addirittura a 10 euro o poco più. Ma a cosa si deve questo gap così notevole? Tutto dipende dalle peculiarità strutturali dei prodotti, che si riflettono anche nella loro fruizione. Nella tastiera meccanica, per inviare il comando necessario a svolgere una determinata azione è sufficiente una pressione molto leggera del pulsante. Non è questo, però, il solo vantaggio che contraddistingue tale soluzione: qui i tasti sono realizzati singolarmente, il che vuol dire che se si ha la necessità di sostituirne uno solo non c’è bisogno di cambiare tutta la tastiera.

Appare evidente, quindi, che la comodità di una tastiera meccanica è legata in modo particolare alla sua notevole giocabilità, anche perché una volta che i tasti sono stati premuti i comandi garantiscono una velocità di risposta decisamente apprezzabile. Il livello di gioco di cui si può approfittare è molto elevato, in modo particolare per chi sfrutta le modalità online e, quindi, punta su un’interazione ancora maggiore. Risulta chiaro, infatti, che giocando con altri gamer la velocità e la reattività sono doti di cui non si può fare a meno.

Per le tastiere a membrana, il discorso è diverso, e non solo perché per consentire l’invio del comando i tasti devono essere spinti fino in fondo. Prendendo in esame la conformazione di queste tastiere, si può notare che esse sono munite di un foglio stampato che è collocato sui circuiti dei diversi tasti. Come si può intuire, non solo una soluzione a membrana è più standardizzata rispetto a una meccanica, che può essere personalizzata come meglio si crede, ma ci sono differenze significative anche dal punto di vista della funzionalità.

Ecco, quindi, che per trarre un bilancio dal confronto tra le due proposte di tastiere da gioco risulta evidente che le tastiere meccaniche sono più costose perché più belle e più performanti, mentre le tastiere a membrana sono più convenienti dal punto di vista economico perché meno efficaci e meno comode. Ciò non vuol dire che le soluzioni a membrana abbiano solo dei difetti: la loro leggerezza, per esempio, è un punto a favore, soprattutto se considerata in un’ottica di trasportabilità. Anche gli ingombri sono ridotti, con gli spazi che sono ottimizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *