LONDRA 2012: OLTRE 6.000 TEST ANTIDOPING CON TECNOLOGIA GENERAL ELECTRIC


LONDRA 2012: OLTRE 6.000 TEST ANTIDOPING

CON TECNOLOGIA GENERAL ELECTRIC

 

Durante i Giochi saranno esaminati 5.000 campioni olimpici e altri 1.250 Paraolimpici

GE ha inoltre fornito le apparecchiature mediche al nuovo Policlinico, all’unità neonatale dell’Homerton University Hospital e 200 defibrillatori.

 

LONDRA, 31 luglio 2012 – Con un prodotto all’avanguardia della divisione Healthcare, General Electric in qualità di sponsor delle Olimpiadi di Londra 2012, fornirà un contributo determinante alla lotta contro il doping nei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Londra 2012.

L’apparecchiatura per imaging biomolecolare, ImageQuant™ LAS4000, sarà utilizzato  nelle procedure di analisi per il rilevamento dell’eritropoietina (EPO) ricombinante, un farmaco che migliora il rendimento e che viene assunto per accelerare la produzione di globuli rossi e aumentare enormemente il flusso di ossigeno, prolungando la resistenza degli atleti durante le gare. Grazie ai progressi nell’imaging digitale dell’ultimo decennio, LAS4000 è in grado di acquisire immagini di elevata qualità con eccezionale sensibilità e tempi di esposizione estremamente rapidi.

Assieme alle apparecchiature per elettroforesi e immunofissazione di GE Healthcare, la tecnologia ImageQuant™ consente di ottenere informazioni particolarmente dettagliate con cui identificare sostanze dopanti ed EPO ricombinante e di salvaguardare i diritti degli atleti “puliti” che danno il meglio di sé sui campi da gioco.

L’ analisi per il rilevamento dell’eritropoietina (EPO) sarà uno dei tanti test che verranno effettuati durante i Giochi presso il nuovo Centro scientifico antidoping di Harlow, nell’Essex, il laboratorio di analisi farmaceutiche più all’avanguardia nella storia dei Giochi Olimpici.

“Generalmente esaminiamo circa 7.000 campioni all’anno – ha spiegato Christiaan Bartlett, analista certificato che collabora con Drug Control Centre del King’s College di Londra – ma durante i Giochi Olimpici esamineremo 5.000 campioni in appena 17 giorni e altri 1.250 campioni circa durante i Giochi Paraolimpici”.

GlaxoSmithKline (GSK) è il fornitore ufficiale dei servizi di laboratorio per i Giochi Olimpici e Paraolimpici di Londra 2012 e metterà a disposizione degli analisti del King’s College di Londra le strutture e le apparecchiature per operare in maniera indipendente come laboratorio WADA (World Anti-Doping Agency) accreditato durante i Giochi di Londra 2012.

L’impegno General Electric per salute degli atleti

E’ significativo  l’impegno di General Electric per la salute degli atleti di Londra 2012.
La sezione Healthcare della multinazionale ha fornito al nuovo Policlinico,  centro di riferimento per il trattamento dei 25.000 atleti olimpionici e paraolimpionici, una vasta gamma di apparecchiature di imaging digitale, tra cui imaging a risonanza magnetica, ultrasuoni, raggi X, Ecg, tecnologie informatiche e strumenti per la diagnosi precoce e il monitoraggio dei traumi, affinché gli atleti possano tornare ai campi di gara il più rapidamente possibile.

Inoltre Ge ha fornito tecnologie sanitarie per una nuova unità neonatale all’Homerton University Hospital del valore di circa 4,8 mln di sterline. Il progetto comprende apparecchiature per il monitoraggio fetale, incubatrici e scanner a risonanza magnetica. Tecnologie sanitarie che Ge lascerà alla comunità locale al termine delle Olimpiadi per garantire una migliore assistenza ai bambini malati e prematuri e contribuirà a ridurre i tassi di mortalità infantile di Hackney, uno dei distretti che ospitano le Olimpiadi.

Infine Ge Healthcare sta fornendo 200 defibrillatori cardiaci ai servizi di assistenza sanitaria che si occupano della copertura mobile di emergenza per gli spettatori presenti ai Giochi Olimpici e Paraolimpici di Londra 2012. Il defibillatore Responder Aed Pro include le tecnologie più avanzate attualmente disponibili per i medici di pronto soccorso e i professionisti del settore sanitario che si occupano del trattamento di emergenza di arresti cardiaci improvvisi e del monitoraggio cardiaco continuo.

Per ulteriori Informazioni

Close to Media (ufficio stampa GE in Italia)

02/70006237Luca Manzato – luca.manzato@closetomedia.it

Sabina Pignataro – sabina.pignataro@closetomedia.it

 

closetomedia

Ufficio stampa, organizzazione eventi, Elisabetta Neuhoff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *