Le vacanze di settembre raddoppiano ma i prezzi si dimezzano


Pare che Gabriele D’Annunzio nella sua lirica “I pastori” della raccolta Alcyone avesse ragione quando introduceva dicendo: “Settembre andiamo. E’ tempo di migrare”. E bene si! E’ proprio settembre uno dei periodi di questo 2011 scelto dalle persone per andare in vacanza.

Gli amanti del relax e della tranquillità, nonché del risparmio, partiranno per la loro vacanza dell’estate 2011 nella seconda metà di settembre e nelle località che sceglieranno potranno godersi al massimo il tanto atteso riposo e la pausa dal lavoro.

Caratteristica più importante del viaggio settembrino è senza dubbio il prezzo, infatti risulterà essere molto più basso di quanto non lo fosse qualche decina di giorni fa pur essendo lo stesso posto. Ad esempio per una settimana fuori Italia in una località di mare viene a costare in media dai 350 ai 500 euro a persona.

Sempre molto richieste sono le isole greche e quelle spagnole, soprattutto le Canarie che trovandosi in una posizione strategica ed essendo molto diverse in quanto a caratteristiche geografiche richiamo una grande varietà di turisti. Coloro che partono ora riescono quindi a risparmiare anche la metà del prezzo che si sarebbe pagato ad agosto, infatti andare sul Mar Rosso a luglio o agosto costerebbe minimo 700-750 euro. Anche una vacanze nei nostri mari risulterà meno esosa e visto il Meteo Italia in questi giorni anche un’ottima scelta per il tempo. Tra i posti più gettonati ci sono: il Salento, la Calabria e la Sicilia, mentre guardando al Meteo Venti in Italia anche la Sardegna occidentale rientra tra le zone richieste soprattutto per gli amanti degli sport d’acqua come il surf.

Quello che emerge in questa fine estate 2011 è che con la situazione di crisi in cui si trova il nostro Paese le agenzie turistiche in questi giorni di settembre non riescono a stare al passo con i tanti clienti che chiedono di partire nella seconda metà di settembre proprio per una vacanza al risparmio. Mai come questa estate infatti c’è stato un boom di richieste per un viaggio nei mesi di giugno e settembre proprio perché offrono prezzi introvabili a luglio e agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *