Le Cliniche Vital Dent di Monza e l’assunzione del fluoro in gravidanza


È dimostrato che l’efficacia del fluoro è massima nel periodo di formazione dello scheletro e dei denti e che diminuisce durante l’età adulta. Ed è per questo che è bene assumerlo durante la gestazione, dato che quanto più precoce è l’inizio della somministrazione tanto maggiori sono i risultati preventivi ottenuti a livello orale ed osseo. Le Cliniche Vital Dent di Monza ci forniscono una panoramica sul fluoro e sul suo utilizzo durante la gravidanza.

Il dentista della Clinica Vitaldent di Monza ci spiega che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha accertato l’importanza di una corretta integrazione del fluoro durante la gravidanza e in particolare a partire dal quarto mese, quando nel feto comincia a formarsi la gemma dentale. Infatti – continua l’odontoiatra della Clinica Vital Dent di Monza – in questo modo si renderebbero più forti e sani sia i denti da latte che i denti permanenti del bambino.

Ma come deve essere assunto e per quanto tempo? Il dentista della Clinica Vitaldent di Monza precisa che il fluoro può essere assunto dalla gravidanza fino ai 6 anni del bambino, mediante compresse reperibili in farmacia. Inoltre se la mamma ha assunto la giusta percentuale di fluoro nel corso della gestazione, nei primi tempi non è necessario somministrare al neonato integratori a base di fluoro e si può aspettare fino almeno al sesto mese d’età. Così facendo – assicurano dalle Cliniche Vital Dent di Monza – si determina una riduzione dell’incidenza della carie dell’80%.

Il vantaggio di una corretta fluoro-profilassi è giustificata non da condizioni sperimentali ma dall’osservazione naturale. Infatti – afferma l’odontoiatra della Clinica Vitaldent di Monza – la popolazione che risiede in zone in cui è presente un’acqua ricca di ioni di fluoro ha una bassissima incidenza di carie dovuta ad uno smalto particolarmente resistente all’attacco acido dei batteri della placca. Oltre ai benefici riscontrati per la dentatura, alcuni studi hanno dimostrato che l’esposizione al fluoro fa bene anche per la formazione dello scheletro: il fluoro sarebbe in grado di aumentare la densità ossea a livello femorale e della colonna vertebrale di circa il 3%.

Dalle Cliniche Vital Dent di Monza concludono che è saggio valutare la giusta dose di fluoro per la profilassi e che deve essere misurata in relazione alla quantità di ioni fluoro assunta con l’alimentazione e in particolare con l’acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *