La polo: un evergreen della moda uomo


Ci sono alcuni capi d’abbigliamento che sono sempre presenti nell’armadio di un uomo, anche se gli anni passano, gli stili cambiano e la moda uomo si evolve. Tra questi vi è un particolare tipo di t-shirt che risulta sempre straordinariamente di moda: la polo. Tutti gli uomini hanno nel proprio guardaroba almeno una polo, inconfondibile t-shirt con colletto, con due o tre bottoni sul collo.

Le sue origini sono da ricercare nella storia dell’omonimo sport e nella storia del tennis. Fu il tennista francese Lacoste ad inaugurare l’utilizzo della polo nei campi da tennis. C’era infatti l’esigenza di avere una divisa da gioco più confortevole e pratica, una t-shirt che consentisse di stare freschi, leggeri e di coprire il collo per evitare le scottature dovute al sole. Ecco quindi che la polo inizia a trovare una larga diffusione nell’ambito sportivo. Successivamente, fu Ralph Lauren a consacrare definitivamente questo capo d’abbigliamento rendendolo un must dell’abbigliamento sportivo.

Oggi la polo viene utilizzata nei contesti più disparati, non soltanto in quelli nei quali è richiesto un abbigliamento sportivo. Oltre alle polo che si usano per praticare sport (non solo il tennis) esistono polo perfette per uno stile casual,  da indossare con jeans e sneakers.  Ma se si preferisce uno stile più elegante, la polo può essere indossata anche sotto una giacca, magari mantenendo sempre uno stile semi-sportivo. Per i colori si può spaziare ma, essendo la polo un indumento sportivo, sono privilegiati i colori vivaci, che possono essere indossati senza dare nell’occhio e risultare eccentrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *