L’università Italiana ferma con -5% di iscritti. Si riparte da orientamento e preparazione universitaria

L’università italiana è ferma, con un pesante calo delle matricole (-5% nell’ultimo anno). Ma diminuisce anche la qualità degli studenti. Lo confermano i dati pubblicai dal Consiglio universitario nazionale: «manca un buon servizio di orientamento alle superiori». Da parte delle scuole almeno, visto che centri di preparazione universitaria come Cepu propongono questo servizio ormai da anni, e senza oneri da parte dello studente.

Il centro europeo di preparazione universitaria propone un’informativa completa e diretta delle possibilità a disposizione dello studente: un quadro completo dei corsi di laurea e le reali prospettive lavoro per ogni indirizzo e titolo di studio. Grazie a questionari di valutazione sarà inoltre possibile identificare pregi, difetti e aspettative, indirizzando lo studente verso la facoltà più adatta alle sue attitudini.
Il Cepu opera da più di trent’anni nel settore della formazione universitaria. La lunga esperienza e l’attenzione alle reali esigenze degli universitari, dalla preparazione all’occupazione nel mondo del lavoro, lo rende la prima scelta per migliaia di giovani, e non solo.