Investimenti immobiliari: il 2016 un anno record


Con l’arrivo del nuovo anno è tempo di fare bilanci e i numeri ufficiali ci lasciano in consegna un quadro del mercato immobiliare nazionale in controtendenza ma comunque positivo rispetto agli ultimi periodi, come spesso evidenziato dall’agenzia immobiliare a Taranto Cambio Casa: il 2016 può passare agli annali come un anno record per quanto riguarda gli investimenti, in virtù di un volume totale di 9,1 miliardi di euro (+12,6%).

A delineare la situazione è la società di consulenza immobiliare CBRE Italia che ci fornisce indicazioni precise riguardo lo stato di salute dell’immobiliare in Italia grazie ai suoi dati raccolti. Partiamo da una certezza inconfutabile, ovvero quella che ci consente di affermare che il 2016 è stato indubbiamente l’anno della ripresa, segnando una netta differenza rispetto al trend degli anni precedenti. A confermarlo è anche il numero delle compravendite, che hanno abbondantemente superato quota 500 mila.

Un’impennata alla crescita degli investimenti si è avuta soprattutto nel corso dell’ultimo trimestre con ben 3,8 miliardi di euro investiti, facendo di questo dato il miglior risultato trimestrale negli ultimi 10 anni. A farlo sono maggiormente gli stranieri con 2,1 miliardi di euro (il 56% degli investimenti totali), ma anche gli stessi italiani: il capitale domestico nel 2016, infatti, ha rappresentato il 37% del volume totale annuo, in notevole aumento rispetto al 25% del 2015.

A colpire è anche la scelta degli immobili su cui puntare, che nell’ultimo trimestre dello scorso anno è caduta principalmente sugli uffici (1,6 miliardi di euro collocati), ma soprattutto il fatto che il nostro Paese è quello che è cresciuto maggiormente in questo settore nei confronti del resto d’Europa, dove il volume delle transazioni è calato del 10% rispetto all’anno precedente. Insomma, come sostiene Cambio Casa, leader tra le agenzie immobiliari Taranto, il 2016 è da molti considerato uno spartiacque cruciale per il rilancio definitivo del settore immobiliare; un trend che dovrebbe continuare a crescere anche in questo 2017, per il quale si prevede un ulteriore incremento delle compravendite di immobili di quasi il 7%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *