Il futuro è LED


La nascita del LED, dall’inglese light emitting diode, risale al 1962 quando Nick Holonyak Jr scoprì la possibilità sfruttare le proprietà ottiche di certi materiali per produrre diodi ad emissione luminosa.

I primi  LED producevano solo luce rossa ed erano impiegati come segnalatori, poi vennero sviluppati i LED a luce verde e gialla e, a partire dagli anni Novanta, si cominciò ad incrementare il loro grado di efficienza fino ad arrivare a produrre LED a luce blu, in modo tale da riuscire a creare qualsiasi tipo di colore attraverso la combinazione con gli altri primari.

Nel 1995 fu un italiano, l’ingegnere Alberto Barbieri dell’università di Cardiff, ad effettuare studi sui materiali che hanno portato alla creazione dei primi LED ad alta efficienza.

L’introduzione sul mercato del dispositivo MT-G nel 2011 segna un ulteriore svolta, poiché si stabilisce che il LED può sostituire in tutte le sue caratteristiche e in tutti i parametri di temperatura e di efficienza luminosa i classici faretti.

Se dunque all’inizio i LED venivano utilizzati solo nei circuiti elettrici, nei display o in certi dispositivi particolari, oggi grazie a questi studi è finalmente possibile estendere tale tecnologia ad infiniti campi di applicazione.

L’illuminotecnica è uno degli ambiti che ha maggiormente sviluppato un processo di ricerca in questa direzione in quanto, grazie all’efficienza, all’affidabilità e alle differenti temperature di colore che caratterizzano la luce LED, è possibile ottenere effetti luminosi originali e personalizzati a fronte di un investimento sull’energia molto ridotto.

Il risparmio energetico è infatti una delle caratteristiche principali dell’ illuminazione a LED, e l’impiego domestico nell’ illuminazione interni al posto delle classiche lampadine, non solo quelle a incandescenza ormai in disuso ma anche quelle cosiddette a basso consumo, come le lampade alogene e le lampade fluorescenti.

La strada per lo sviluppo della tecnologia LED non è finita, ci saranno ancora degli studi per rendere questo tipo di fonte luminosa sempre più efficiente e potente, ma pensare anche di illuminarci un po’ di meno rispetto all’esagerato numero di Watt a cui siamo stati abituati in passato potrebbe essere già un passo avanti dal punto di vista del risparmio e della tutela dell’ambiente.

Arredoluce si fa portavoce dei tre concetti base dell’illuminotecnica di ultima generazione, il design, l’innovazione tecnologica e il risparmio energetico, e propone un ricco catalogo di lampade e lampadari moderni pensati e realizzati dai più importanti marchi del design internazionale per illuminare i vostri spazi con stile, eleganza e soprattutto etica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *