Grado in storia


Nata in epoca romana come scalo mercantile di Aquileia, situata su un’isola tra mare e laguna, Grado deve il suo nome proprio ai tipici gradoni romani che, per consentire l’agevole sbarco dalle navi di passeggeri e merci , dalla banchina arrivavano a pelo d’acqua. Da sempre centro di fervide attività commerciali , la cittadina  fu protagonista di un acceso dualismo che la vide opposta ad Aquileia fino alla sua distruzione e trasferimento di buona parte della popolazione proprio della laguna. Gli stessi patriarchi di Venezia vi trasferirono la loro sede , con conseguente sviluppo del centro. Il trasferimento avvenuto nel 1451 significò per Grado l’inizio di anni difficili, segnati da numerosi attacchi da parte delle popolazioni della terraferma. Nel 1797 passò all’Austria . La rinascita ebbe inizio solo sul finire dell’Ottocento con l’apertura dello Stabilimento Balneare (1890). Oggi la cittadina rivela nel suo impianto urbanistico le due grandi fasi che hanno caratterizzato la sua storia. Il cento storico , un labirinto di calli e pittoreschi cortili, mantiene un importante  complesso di costruzioni paleo-cristiane, mentre la città moderna , che si stende verso Grado Pineta , offre i migliori impianti turistici , splendide ville e suggestivi giardini. hotel grado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *