Glossario dell’illuminazione per esterni


Lo sappiamo, scegliere l’illuminazione per esterni non è cosa semplice, come d’altronde lo è scegliere quella indoor.

In questo articolo metteremo in evidenza quelli che sono i termini più popolari che andrete ad incontrare al momento della scelta delle vostre prossime lampade da giardino.

Appliques. Plafoniere o punti luce da applicare su superfici verticali esterne. Apparecchi molto diffusi per l’illuminazione di pareti esterne, terrazzi e patii.

Faretti orientabili. Dispositivi utilizzati quando c’è la necessità di illuminare uno specifico punto. Possono avere un fascio di luce molto ampio o viceversa più ristretto e preciso.

Lampade segnapasso. Sono lampade utilizzate quando c’è la necessità di segnalare un percorso o passaggio. Possono essere incassate nel terreno, nelle pareti o direttamente nel passaggio carrabile. Possono essere disposte sia in verticale che in orizzontale. Disponibili con tecnologia led.

Lampione. Lampade analoghe a quelle per l’illuminazione urbana. Fusto alto con differenti tipi di corpo luce sia di tipo classico che moderno.

Lanterna. Lampada a forma di lanterna applicabile in modo verticali alle pareti esterne. Lampada dal gusto classico ed in alcuni casi rustico, solitamente viene realizzata in ottone o ferro battuto ma anche in ceramica.

Paletti. Sono corpi luminosi dei molteplici usi e dai diversi stili. Presentano altezze ridotte (solitamente entro il metro) ed illuminano con discrezione. Possono avere sia forme essenziali e moderne sia corpi luci a forma di lanterna, con uno stile classico quindi.

Proiettore. E’ caratterizzato da un fascio di luce ristretto e preciso ed un orientamento variabile. Progettato per evitare l’abbagliamento è l’ideale per facciate, ingressi, portici e parcheggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *