Gli effetti del caffè verde


Siamo sempre alla ricerca di novità che ci aiutino a perdere peso, ed è ancora meglio se queste novità hanno un funzionamento del tutto naturale, senza costringerci a particolari sacrifici.

Sembrerebbe questo il caso di Green Coffee for Slimming, una nuova bevanda che sembra avere effetti molto importanti per la perdita di peso. Usare il condizionale è d’obbligo perché ancora non ci sono garanzie. Il fenomeno è senza dubbio di grande interesse, ma è necessario capire a fondo i suoi meccanismi. Ancora non si può pensare di aver scoperto una vera e propria cura contro l’obesità.

Proprio perché se ben utilizzato potrebbe rivelarsi una novità rivoluzionarla, che potrebbe cambiare la vita a migliaia di persone, affette da obesità più o meno grave, il green coffee è stato studiato dal dottor Joe Vinson, dell’Università di Scranton in Pensylvania. Il dottor Vinson ha somministrato pillole contenenti un estratto di caffè verde, per un totale di 1050 grammi, ad un gruppo di 16 persone sovrappeso, tutti adulti di età compresa tra i 20 e i 30 anni. I partecipanti all’esperimento non hanno modificato alcuna abitudine, né riguardo all’alimentazione, né riguardo all’attività fisica svolta.

Nonostante ciò il calo di peso c’è stato e dopo 22 settimane di trattamenti si è aggirato intorno al 10,5% del peso iniziale. Significa che se prima una persona pesava 100 chili, dopo circa cinque mesi il suo peso è sceso di 10 chilogrammi e tutto ciò senza modificare in alcun modo il proprio stile di vita. Insomma si è trattato di un vero successo! I pazienti sono stati regolarmente monitorati dal team di ricerca e lo stesso dottor Vinson ha verificato che in nessun caso si sono osservati effetti collaterali.

Il rapporto finale sulla ricerca è stato presentato dal dottor Vinson nel corso del meeting della American Chemical Society, a San Diego. Sempre secondo il dottor Vinson il principio attivo, responsabile del dimagrimento potrebbe essere l’acido clorogenico, che è presente naturalmente in quantità sufficiente da provocare effetti dimagranti nei chicchi di caffè interi, ovvero non tostati. Questa sostanza infatti diminuisce notevolmente quando il caffè viene tostato, facendogli perdere la proprietà dimagrante.

Il funzionamento di questa nuovo metodo dimagrante non è però ancora chiaro. Non è escluso infatti che ciò che ha contribuito alla perdita di peso nei soggetti sottoposti all’esperimento, sia stata la caffeina, anch’essa presente in quantità diverse nel caffè verde rispetto al più usato caffè tostato, che non è di certo conosciuto per avere proprietà dimagranti. Il caffè verde potrebbe essere una delle strade che la natura mette a disposizione della medicina per tentare di risolvere un dei problema assai diffuso.

Green Coffee for Slimming è diffuso già da qualche anno in paesi all’avanguardia come l’Australia. In Italia è arrivato solo quest’anno, grazie a Bodyline, un’azienda che da 20 anni si occupa di bellezza e di benessere e che ha ottenuto l’esclusiva per la vendita del Green Coffee per il mercato italiano.

 

Autore: Bodyline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *