Fronteggiare la carenza di liquidità. Una soluzione per i lavoratori dipendenti.


La carenza di liquidità ormai coinvolge circa il 30 – 40% della popolazione italiana.
Di questi tempi, infatti, sia famiglie che imprenditori hanno problemi di liquidità per via della crisi finanziaria che imperversa in tutta Europa.
Per loro fortuna, tutti coloro che dispongono di una regolare busta paga o magari di una pensione derivante dai contributi versati all’Inps, conseguenza dei tanti anni di lavoro, possono richiedere la cessione del quinto dello stipendio o la cessione del quinto della pensione.
La cessione del quinto dello stipendio / cessione del quinto della pensione, è una forma di finanziamento conveniente per l’utente finale, visto che, la banca o la società finanziaria presso la quale si richiede questo tipo di prestito, può offrire tassi d’interesse più convenienti grazie alla convenzione con l’Inpdap.
La cessione del quinto, è infatti un prestito personale che l’Inpdap offre in favore dei lavoratori dipendenti e dei pensionati, dando loro il modo di beneficiare di liquidità a tasso d’interesse agevolato.
Un vantaggio importante della cessione del quinto dello stipendio, ma anche del prestito pensionati è che non richiede giustificativi di spesa. La somma erogata dalla banca o dalla società finanziaria, tramite prestito di cessione del quinto, è infatti esente da vincoli, sin da subito disponibile per essere impiegata come si desidera. Es. Acquisto di un nuovo pc, un’auto, una moto, un viaggio, ristrutturazione del proprio appartamento, ripianamento di debiti insoluti, etc.

Durata del finanziamento
La cessione del quinto ha una durata massima di dieci anni, pari a 120 mensilità. Per ottenere la cessione del quinto dello stipendio è fondamentale avere un’anzianità lavorativa di almeno quattro anni di lavoro.

Condizioni del finanziamento di cessione del quinto
– Nessuna spesa d’istruttoria;
– Nessuna spesa d’intermediazione;
– Tassi d’interesse agevolati

Ulteriori vantaggi
Chi si ritrova a dover richiedere una somma di denaro importante per dar il via ad un progetto o magari per saldare debiti insoluti, può abbinare alla propria cessione del quinto dello stipendio il prestito delega.
Questa opportunità è però dedicata esclusivamente ai dipendenti pubblici e privati, che avranno modo di richiedere “la doppia cessione del quinto” tassando la propria busta paga di 2/5 dello stipendio (il 40% dei propri introiti).

Conclusioni
Attualmente la cessione del quinto ( pensione o stipendio) è sicuramente la forma di finanziamento più comoda per i dipendenti pubblici e privati che desiderano ottenere soldi in prestito, senza incorrere in tassi d’interesse insostenibili per le proprie tasche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *