Esplorare la storia e i monumenti con la realtà aumentata


Le immagini dell’aspetto originario di famosi monumenti possono uscire dalle pagine delle guide e sovrapporsi direttamente ai luoghi in cui si trovano. Tutto questo grazie alla realtà aumentata.

Un’applicazione mobile, infatti, grazie all’uso di questa tecnologia, alla modellazione 3D, e alla collaborazione con archeologi e storici dell’arte, è in grado di riportare in vita addirittura la storia della Bibbia: Architip permette a chi visita i luoghi della storia d’Israele di inquadrare con lo smartphone le rovine di un’antica città, o i resti di un dipinto o di un mosaico, e vedere la ricostruzione tridimensionale del suo aspetto originario. Ma l’utente-visitatore può visualizzare in tempo reale anche traduzioni di testi antichi, informazioni localizzate presentate in formato audio o video e altri dati provenienti dal web. Queste possibilità potrebbero attrarre l’interesse di un numero sempre più grande di soggetti coinvolti nella gestione e nella promozione di siti di interesse storico e culturale.

Ogni persona ha probabilmente un modo proprio di visitare i luoghi che hanno una storia importante alle spalle. Le immagini di questa storia possono essere riportate in vita dalla realtà aumentata, sovrapponendo il passato e il presente in un suggestivo gioco di figure a incastro che costruisce un percorso di esplorazione dell’arte nuovo e personale.

Per maggiori informazioni sull’applicazione: http://architip.mobi/

Per saperne di più sulla realtà aumentata e i suoi utilizzi: http://www.experenti.com/blog/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *