Energia, in Egitto l’Egypt Petroleum Show 2017: Claudio Descalzi, tra i relatori

Intervenuto all’Egypt Petroleum Show 2017, l’AD di Eni Claudio Descalzi ha parlato delle attività del gruppo nel Paese, dando rilievo alle prospettive di sviluppo del settore energetico che in futuro, oltre all’Egitto, potrebbero interessare anche altri Stati dell’area.

Claudio Descalzi: l’intervento a Egyps 2017

Tra i 108 relatori intervenuti all’edizione 2017 dell’Egypt Petroleum Show 2017 (Egyps), prima conferenza sul settore del petrolio e del gas egiziano organizzata nel Paese, anche l’AD di Eni Claudio Descalzi. Il manager ha parlato nel corso della sessione plenaria, descrivendo le attività del gruppo in Egitto. L’attenzione si è focalizzata sul mega-giacimento a gas di Zohr, ma l’AD non ha escluso la possibilità di nuove scoperte. “Anche se tutti parlano soprattutto di Zohr, allo stesso tempo stiamo sviluppando il campo Nooros” ha dichiarato riferendosi al giacimento scoperto nel luglio 2015 nell’offshore del Delta del Nilo, dove oggi Eni ha raggiunto una produzione di 700 milioni di piedi cubi di gas al giorno. Claudio Descalzi ha poi sottolineato come le risorse energetiche presenti in Egitto possano rappresentare un’opportunità anche per tutti i Paesi vicini. Inoltre, grazie alla loro posizione strategica, potrebbero garantire alle industrie europee del settore l’accesso a nuovi mercati. Infine l’AD ha messo in evidenza l’importanza dello sviluppo di infrastrutture nel territorio egiziano: “Ogni volta che si fanno scoperte come Zohr e Nooros occorre collegarle con le reti esistenti – ha detto il manager, ricordando che fin dagli anni ’50 le compagnie energetiche ne hanno costruite in Egitto – Avere infrastrutture e risorse è una grande opportunità”. Egyps si è tenuta al Cairo International Convention Centre dal 14 al 16 febbraio.

Eni: i traguardi professionali di Claudio Descalzi, attuale AD del gruppo

Nominato AD di Eni nel maggio 2014, Claudio Descalzi lavora nel gruppo petrolifero dal 1981. Vi entra dopo il conseguimento della laurea in Fisica all’Università degli Studi di Milano. Inizialmente Ingegnere di giacimento, diventa presto Project Manager. Nei primi anni Novanta è Responsabile delle attività operative e di giacimento in Italia, fino al 1994, anno in cui ottiene l’incarico di dirigere prima Eni Congo SA e poi Naoc, la consociata Eni in Nigeria. Gli anni Duemila segnano il suo ritorno in Italia: Claudio Descalzi continua a ricoprire diverse posizioni in ambito dirigenziale, ovvero Direttore dell’area geografica Africa, Medio Oriente e Cina (2000-2001), Direttore dell’area geografica Italia, Africa e Medio Oriente (2002-2005), Vice Direttore Generale di Eni – Divisione Exploration & Production (2005-2008). Tra il 2008 e il 2014 è Chief Operating Officer. Nel corso della sua carriera in Eni ha inoltre fatto parte del Consiglio d’Amministrazione di diverse consociate e dal 2010 al 2014 è stato Presidente di Eni UK. Parallelamente all’attività nel gruppo, Claudio Descalzi opera anche come Componente del Consiglio Generale di Confindustria, Consigliere di Amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala ed è membro del National Petroleum Council per il 2016/2017.