E l’uomo incontrò il cane…alla SIUA!

Nata a Bologna nel 1997, la SIUA (Scuola Internazionale Uomo Animale) non è solo una semplice scuola per addestramento cani, ma si occupa a 360 gradi dell’aspetto relazionale che sussiste tra l’uomo e l’animale.

 

In particolare, la relazione tra uomo e cane viene trattata da sempre con approccio scientifico in quanto concerne due specie che, fin dalla notte dei tempi, quando il cane era un lupo e l’uomo un essere primitivo, hanno stretto un legame che si riflette sulla sopravvivenza stessa di entrambe.

 

Il cane è la guardia del corpo dell’uomo e ancora oggi, in certe situazioni in cui l’uomo pur con tutte le tecnologie sviluppate nel corso dei secoli non è in grado di farcela da solo, viene addestrato a svolgere compiti fondamentali come ad esempio accompagnare persone ipovedenti, trovare dispersi, salvare chi ha difficoltà in alto mare, trainare slitte sulla neve, dare conforto a chi è solo e addirittura essere d’aiuto nei casi di disturbi psicofisici, come avviene nei percorsi di pet therapy.

 

La SIUA si fonda su questi principi e si struttura sulla zooantropologia, una scienza che vede l’animale non come oggetto d’uso, come bestia da soma, ma come partner intelligente con cui cooperare in ambito sociale, educativo, assistenziale e persino terapeutico. L’animale infatti risponde con un suo proprio comportamento cognitivo, fatto certamente di istinto ma anche di “pensiero”, e può dunque costituire un soggetto capace di stabilire una relazione con l’altro; non solo, essendo l’animale privo di concetti prestabiliti, detiene una sorta di “etica” che presuppone un rapporto positivo con l’essere umano, quando anch’egli si pone all’animale con senso di rispetto.

 

Al fine di sensibilizzare le nuove generazioni, soprattutto i più piccoli, ad adottare un comportamento corretto con l’animale, in modo tale da ristabilire quell’antico legame che ha portato l’uomo e il cane ad essere ancora oggi buoni amici, la SIUA ha stretto una collaborazione con il programma Bau Boys in onda su Italia1, dove Roberto Marchesini, istruttore cinofilo, fondatore della zooantropologia e della pedagogia cinofila e direttore responsabile della SIUA, guida i ragazzi a intraprendere veri e propri percorsi formativi sul campo.