Differenza tra cessione del quinto e prestito personale


Oggi sono numerose le forme di finanziamento offerte da banche, istituti di credito e società finanziarie. Alcuni dei prestiti maggiormente richiesti sono i prestiti personali e i prestiti con cessione del quinto, tutti e due appartenenti ai prestiti non finalizzati. Ma esistono alcune differenze importanti tra questi due prestiti.
Noi dobbiamo specificare bene quale di queste due tipologie può convenire o meno, in sostanza possiamo confermare a pieno titolo che la cessione del quinto sullo stipendio e il prestito personale hanno come finalità il cosiddetto prestito rateizzato, che naturalmente comporta la spesa di interessi durante tutto il periodo di ammortamento, eppure esistono notevoli differenze tra le due operazioni , accompagnate da vantaggi e naturalmente tempistiche che fanno subito la differenza.
In evidenza, è importante confermare e sottolineare che possono avere accesso a finanziamenti tramite cessione del quinto soltanto alcune categorie di lavoratori tipo: pubblici, statali, para-statali, pensionati là dove il garante ( fornitore di garanzie) è e rimane lo Stato, questo perché per la richiesta del prestito è necessario esibire una busta paga o il cedolino di pensione.  La funzionalità della cessione del quinto dello stipendio, infatti, prevede il rimborso delle rate dovute tramite la trattenuta effettuata direttamente in busta paga a cura del datore di lavoro, che in questo caso viene coinvolto nell’operazione.
Le differenze- prestito personale.

Con il prestito personale si andrà a concedere un finanziamento richiesto a condizione che la somma richiesta dal cliente stesso non superi in essere il 35-40% del reddito complessivo del cliente stesso.  Noteremo che per accendere un prestito personale (finanziamento) verranno richieste da banche e i vari istituti di credito nonché società finanziarie innumerevoli garanzie ai fini del rilascio del prestito stesso.
Teniamo presente prima di fare richiesta di un prestito personale, che ogni richiedente si accerti di essere e risultare un ottimo pagatore, se questa indagine dovesse portare ad esito completamente opposto dal desiderato è inutile fare richiesta finalizzata al prestito personale, perché, banche e come già scritto innumerevoli istituti di credito segnalano attraverso i loro canali “i cattivi pagatori”, pertanto è inutile fare richiesta perché in modo automatico senza conoscerne i motivi verrà respinta.  Teniamo presente che chi presta denaro lo fa come professione, ad ogni richiesta verrà assegnato un numero di pratica e nulla di personale sarà omesso ai fini della richiesta stessa, da considerare che il denaro prestato sotto forma di vari finanziamenti sono i denari di ogni risparmiatore che ogni istituto di credito, banca, o società finanziaria ha il dovere di tutelare.

Per saperne di più: prestiti on line

Un pensiero riguardo “Differenza tra cessione del quinto e prestito personale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *