Diego Biasi al World Future Energy Summit 2017 di Abu Dhabi

Presente al World Future Energy Summit 2017 di Abu Dhabi, Diego Biasi, fondatore e Amministratore Delegato della società d’investimenti Quercus Assets Selection, ha indicato le opportunità della Green Economy e i vantaggi dei fondi d’investimento nelle rinnovabili.

Diego Biasi, CEO di Quercus Assets Selection: “Costi ed efficienza delle rinnovabili impensabili sino a 5 anni fa”

Negli ultimi anni, l’Unione Europea si è impegnata fortemente per la riduzione dell’uso delle fonti non rinnovabili nella produzione di energia elettrica. Un primo step di rilievo sarà quello di coprire il 20% delle necessità del Continente attraverso fonti pulite entro la fine del decennio. Percentuale che dovrà salire ulteriormente, sino al 50%, prima della metà del ventunesimo secolo. Per questo motivo, l’UAE sta investendo 134 miliardi di Euro in rinnovabili. Per Diego Biasi, guida e fondatore di Quercus Assets Selection, gli investimenti nel settore sono un’opportunità già ora e, a lungo termine, vale a dire nei prossimi 10 anni, il premio potrà essere ancora maggiore. Si assiste infatti a un incremento sia nei livelli di crescita, sia negli investimenti, in virtù di un’efficienza energetica sempre maggiore e una contrazione dei costi che hanno reso obsolete e meno remunerative fonti energetiche quali il carbone. Da Abu Dhabi nell’ambito del World Future Energy Summit 2017, Diego Biasi ha spiegato che la ragione del successo dei fondi della società a cui fa capo risiede sia nella stabilità degli asset delle rinnovabili, scarsamente correlati al resto della finanza globale, sia nella scelta strategica dei fondi. Quercus Assets Selection ha infatti da poco raggiunto, a dicembre, un first closing da 150 milioni di Euro in vista di un target da 500 milioni, annunciando un dividendo annuale del 6%, distribuito semestralmente, con ritorno d’investimento, IRR, all’11%.

Investimenti di Quercus Assect Selection nelle rinnovabili

Quercus Assets Selection è una società fondata e amministrata dal CEO Diego Biasi, attiva in tutta Europa attraverso fondi d’investimento nelle energie rinnovabili. Dalla data di lancio, nel 2010, Quercus ha raddoppiato quasi annualmente i propri asset, investendo in 29 impianti con finanziamenti totali di oltre 350 milioni di Euro, al netto dell’acquisizione di Antin Solar investments, forte di un portfolio EV di 320 milioni. Quercus Assets Selection controlla e gestisce i due fondi Quercus Renewable Energy I – che ha investito in impianti solari in Italia – e Quercus Renewable Energy II – lanciato nel 2011 – fondo multi-tecnologia europeo. La società amministrata da Diego Biasi, con sede a Londra, da accesso a rendimenti stabili e a lungo termine, grazie anche a un network di partner esterni che assicurano una vasta offerta per gli investitori in diverse classi d’attività, aree tecnologiche e geografiche. Negli ultimi mesi, Quercus ha annunciato undividendo straordinario del 20% ed ha emesso un nuovo bond della durata di 20 anni con cedola al 3% e dal valore di circa 125 milioni di Euro. La cessione della quota detenuta in ForVei ha inoltre portato alla realizzazione di un ritorno d’investimento del 9%. Poco prima, la società amministrata da Biasi aveva annunciato il successo di un primo closing da 150 milioni di euro nell’ambito di un progetto basato su tre nuovi fondi per i quali è prevista una raccolta totale di oltre 500 milioni.