Controra di Amodio: racconti che fanno rivivere il passato


controra-arcangelo-amodioIl libro Controra di Arcangelo Amodio è una raccolta di racconti, quattro storie che immergono nel passato inducendo a ricordare gli anni affascinanti della giovinezza.

Ciò che rende questo libro godibile è la narrazione di fatti che attivano i sensi grazie alla brezza, agli odori, ai colori dell’estate, che ci riportano alle giornate estive, quelle in cui il caldo si fa sentire sulla pelle in modo rovente, ma poi diventa un abbraccio che avvolge quando si fa sera.

Arcangelo Amodio utilizza il titolo Controra perché è proprio questo il momento delle giornate che da spettatore diventa il protagonista delle storie, quell’attimo a metà che fa guardare allo stesso tempo avanti e indietro, a cavallo tra paradiso e inferno, quando non si conosce ancora ciò che sta per accadere: il momento tanto atteso in cui i più piccoli si abbandonano alla fantasia.

Il libro di Amodio è fatto di dettagli, descrizioni di ricordi, di personaggi che danno un senso alla storia e poi c’è spazio per l’inizio di qualcosa di bello e ignoto, quando i primi sguardi portano a nuovi legami o alla consapevolezza che qualcosa sia cambiando, che sta per terminare il periodo dell’innocenza e cominciando quello dell’età adulta.

Controra di Arcangelo Amodio è un libro piacevole come una ventata di aria fresca in una giornata d’afa; quattro racconti che ci portano alla memoria ricordi della nostra infanzia e giovinezza, mentre sulla pelle riviviamo vecchie emozioni.

Amodio ci racconta quattro trame differenti, ma che con le loro singolarità e bellezza sapranno coinvolgere nelle avventure dei protagonisti toccati dalla vita che scorre, mentre scopriranno che cosa significa la guerra, quanto sia dolorosa la malattia, quando sia bella l’amicizia e vivranno i loro cambiamenti trascinandosi dietro attimi che non potranno mai dimenticare.

Acquista l’ebook a € 2,99 su Amazon.

Trama del libro Controra:

La rocambolesca avventura di tre ragazzi che, a bordo di un improbabile peschereccio, sfidano le correnti del Canale d’Otranto per raggiungere le coste della Grecia, terra promessa delle loro vacanze e dei loro sogni di adolescenti; lo struggente ricordo di un amore che emerge sulle note di un tango danzato sulla scena di un’Argentina passata da una calda e sognante estate tardo peronista, alla gelida notte della dittatura militare; una “fantascientifica” finale dei mondiali di calcio del 94 vissuta nella campagna salentina, in un’atmosfera onirica e surreale; il poetico sguardo di un bambino che si affaccia all’età adulta attraverso gli occhi di un pescatore solitario e incompreso. Quattro storie diversissime fra loro ma tutte ispirate dalla stessa luce, vivida e accecante: la luce della controra, di “… quel lasso di tempo tra il dopo pranzo e le cinque del pomeriggio, da giugno a fine agosto… in cui l’ombra non protegge e nelle fontane si concentrano le api, l’ora delle cavallette, dei campi di grano in fiamme e delle allucinazioni, inferno e paradiso che fanno l’amore, mondo che brucia.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *