Come sedurre una ragazza

Per sedurre una ragazza, il primo passo da compiere è quello di attrarre la sua attenzione.

Per fare ciò è utile seguire alcuni suggerimenti di base che possono rivelarsi estremamente efficaci.

Innanzi tutto è fondamentale curare il proprio aspetto fisico: la prima impressione che si offre è come un biglietto da visita!

Un fattore molto importante è rappresentato dalla pettinatura: i capelli devono essere puliti, ordinati, preferibilmente acconciati con uno stile attuale ed adatto alla forma del viso.

Inoltre è spesso apprezzata la presenza di barba e/o baffi: attributi che servono per abbellire il volto, mascherandone eventuali difetti e conferendo un aspetto di maggiore maturità.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, bisogna rapportarsi alla fascia d’età a cui si appartiene ed inoltre al tipo di ragazza che si sta per incontrare.

Si possono indossare abiti sportivi o casual, oppure vestiti più eleganti ed impegnativi; ma in ogni caso questi si devono armonizzare col proprio stile e con la propria personalità.

Sono assolutamente da evitare tutti i contrasti stridenti e particolarmente vistosi ed eccentrici: l’eleganza è fatta di misura e moderazione, qualsiasi sia lo stile personale.

E’ consigliato l’utilizzo di un profumo maschile, magari abbinato al dopobarba: si sa che le sensazioni olfattive rimangono lungamente impresse a livello emotivo e spesso permettono di conservare i ricordi legati ad una specifica persona.

Un altro aspetto che colpisce immediatamente la ragazza che si vuole sedurre è l’atteggiamento che si mostra: anche in questo campo è raccomandabile mantenere un comportamento quanto mai equilibrato e sobrio.

Sono da evitare le manifestazioni esagerate: allegria o logorrea esasperate, battute fuori posto, fiumi di parole. Tutto questo infatti può rivelarsi estremamente fastidioso e rasentare il grottesco.

D’altro canto, però, non bisogna neppure essere troppo silenziosi, poiché si potrebbe apparire pesanti e problematici. Quindi è preferibile assumere un atteggiamento sereno, ostentando equilibrio, maturità e sicurezza di sé.

E’ fondamentale poi saper scegliere il luogo per il primo appuntamento.

Si potrebbe optare, se la stagione lo consente, per un giardino pubblico non particolarmente affollato, dove sia possibile chiaccherare con tranquillità.

Oppure un bar o una gelateria dotati di tavolini appartati e non troppo affollati. O anche una piazza o un luogo della città particolarmente suggestivo che possa fare da cornice al primo incontro.

Se invece la stagione è fredda, risulta preferibile scegliere una caffetteria o una sala da tè, dove poter stare al caldo, parlando tranquillamente. O, in generale, un luogo chiuso e riparato.

Se le condizioni lo consentono, si può optare per un invito a pranzo o a cena: il poter consumare un pasto insieme è sicuramente un’occasione molto favorevole per approfondire la conoscenza.

Per instaurare un dialogo, è consigliato, almeno nelle prime fasi, porsi in un atteggiamento d’ascolto: così facendo si ottengono due scopi. Innanzi tutto si può imparare a conoscere l’interlocutrice che ci sta di fronte; e inoltre si dimostra una notevole disponibilità che è sempre un’arma vincente.

In un secondo tempo si deve parlare di sé, senza indulgere troppo su problematiche o disagi, ma offrendo un immagine di sé equilibrata e matura.

Ogni ragazza desidera soprattutto venire capita, ascoltata e adora instaurare confidenza e complicità.

Ci si deve mostrare dunque interessati e partecipi delle argomentazioni trattate.

Dopo un iniziale fase interlocutoria si può cercare di approfondire la conoscenza, affrontando tematiche più personali ed emotivamente coinvolgenti.

È consigliabile mostrare apprezzamento per la ragazza, sia relativamente al suo aspetto fisico, sia al suo carattere, elogiandone gli aspetti più tipicizzanti, e facendola sentire unica e speciale. In questo modo si incomincerà a gettare le basi per un futuro rapporto più continuativo.

Può essere molto utile analizzare insieme le propensioni personali in campo musicale (magari offrendo scambi di ascolti), cinematografico (proponendo eventuali visioni di film o DVD insieme), teatrale (offrendo la visione di spettacoli particolarmente interessanti).

Se ci sono i presupposti si possono affrontare anche argomenti culturalmente più impegnativi, come critiche letterarie o musicali, scambi di pareri su mostre d’arte, su libri o altro.

Non sempre infatti un primo incontro deve essere improntato sulla leggerezza; in alcuni casi, per sedurre una ragazza, può essere incisivo anche un dialogo approfondito ed impegnato.

Quando si avvicina il momento del commiato è importante mostrarsi sereni e non ansiosi sulla riuscita dell’incontro che sta per concludersi.

Non bisogna mostrare insicurezza né paura di aver fallito l’approccio.

Quando si capisce che la ragazza desidera accomiatarsi è giusto assecondare il suo desiderio, senza cercare in alcun modo di prolungare l’incontro. Se le circostanze si mostrano favorevoli, si può offrire di accompagnare ( a piedi o in auto) la ragazza verso il logo dove è diretta, soprattutto se è sera.

In tal modo si dimostra un interessamento che sicuramente risulta gradito.

Durante queste ultime fasi dell’incontro sarebbe consigliato riuscire a stabilire una futura occasione di incontro; anche in questo caso è importante non mostrare alcuna fretta né esigere nulla.

La ragazza deve sentirsi libera di decidere se e quando rivedersi. Qualsiasi tipo di forzatura sarebbe molto controproducente.

Al momento dei saluti, indipendentemente dall’esito di questo primo appuntamento, è fondamentale ringraziare la ragazza per la sua disponibilità, assicurandole che l’approccio è stato ottimale e che si desidera rivederla per approfondire la conoscenza reciproca.