Claudio Descalzi presenta in un meeting a Parigi il piano energetico di Eni


Finanziamenti nel settore delle rinnovabili e risparmio energetico: Claudio Descalzi annuncia, nel corso di un meeting a Parigi, le strategie di Eni in Italia e su scala internazionale.

Il piano energetico di Eni: l’intervento di Claudio Descalzi al meeting di Parigi

Saranno 6 gli investimenti di Eni nel settore delle energie rinnovabili entro la fine dell’anno: ad annunciarlo Claudio Descalzi, Amministratore Delegato del colosso energetico, nel corso di un meeting della comunità finanziaria a Parigi. I nuovi impianti, destinati a entrare in funzione entro il 2018, aumenteranno la potenza installata di 150 MW, una strategia in linea con l’obiettivo di garantire il giusto apporto energetico e contenere, al contempo, l’aumento delle temperature globali. In Italia, in particolare, verranno utilizzate aree industriali dismesse per la costruzione di nuovi parchi energetici alimentati da fonti rinnovabili, una svolta che si è tradotta nel «Progetto Italia». Eni sta investendo anche all’estero: i progetti in Pakistan, Egitto e Algeria aggiungeranno una capacità complessiva di 160 MW entro il 2018. Claudio Descalzi, al termine del suo intervento, affronta anche il tema della decarbonizzazione delle attività, dell’accesso all’acqua e della riduzione delle emissioni di CO2, tutti obiettivi portanti nella strategia del colosso, intenzionato, in linea con l’OPEC, a diminuire la produzione di petrolio.

Claudio Descalzi: le tappe della carriera in Eni

La carriera di Claudio Descalzi, manager nato nel 1955 a Milano e con una laurea in Fisica, si svolge in toto in Eni, colosso energetico all’interno del quale entra a far parte nel 1981 in qualità di Ingegnere di giacimento. Dopo aver ricoperto per 10 anni il ruolo di Project Manager, nel 1990 viene nominato Responsabile delle attività operative e di giacimento in Italia, ponendo le basi per lo sviluppo di un nuovo modello che porta a un incremento della produzione globale di barili. Successivamente diviene Managing Director della consociata Eni in Congo (1994), Vice Chairman & Managing Director di NAOC (1998), Direttore dell’area geografica Africa, Medio Oriente e Cina (2000), Direttore dell’area geografica Italia, Africa e Medio Oriente (2002) e Vice Direttore Generale di Eni nella divisione Exploration & Production (2005). Assunto l’incarico di Chief Operating Officer della divisione Exploration & Production nel 2008, Claudio Descalzi è chiamato a occuparsi della definizione delle strategie e delle attività upstream sia a livello nazionale che internazionale. Nel 2014 viene nominato Amministratore Delegato di Eni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *