Claudio Descalzi al Codau: Eni è una realtà che investe in ricerca e innovazione


Intervenuto al Convegno dei Direttori Generali delle Amministrazioni Universitarie, l’AD di Eni, Claudio Descalzi, ha illustrato la strategia del Gruppo per combattere la crisi e il rettore dell’università di Tor Vergata ha annunciato che entro l’anno gli conferirà la laurea honoris causa in Ingegneria dell’Ambiente per l’impegno profuso nell’ambito della sostenibilità energetica.

Claudio Descalzi: l’intervento al Convegno dei Direttori Generali delle Amministrazioni Universitarie

Ospite del convegno annuale dei Direttori Generali delle Amministrazioni Universitarie, tenutosi a Monopoli dal 6 all’8 ottobre, l’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi ha sottolineato l’importanza di investire in innovazione e ricerca per rispondere alla crisi economica e ambientale. “Se c’è una società che è interessata al sistema universitario per portare innovazione è sicuramente Eni«, ha dichiarato il manager citando il numero di ricercatori fissi di cui si avvale l’azienda, circa 250/300, e i 450 milioni di Euro investiti sul know-how. Ricostruendo le fasi che negli ultimi anni hanno portato al mutamento dei prezzi del petrolio e descrivendo gli effetti che la crisi ha provocato nel settore, ha spiegato: “Siamo intervenuti lavorando sull’abbassamento dei costi, ma soprattutto sfruttando le regole italiane ed europee per la riduzione di CO2, sviluppando la chimica verde e la raffinazione verde. Abbiamo investito in tecnologie nostre (a Marghera, Gela, Porto Torres) e adesso anche dove si perdeva siamo in equilibrio”. Nel corso del convegno, il rettore dell’Università di Roma ‘Tor Vergata’ ha dichiarato che entro l’anno Claudio Descalzi riceverà la laurea honoris causa in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio: un riconoscimento all’impegno del manager nell’incentivare la crescita sostenibile attraverso la definizione di strategie appositamente mirate e l’introduzione di nuove tecnologie che hanno ridotto l’emissione di gas serra del 27%.

Top Manager: il profilo professionale di Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni

Da maggio 2014 AD di Eni, Claudio Descalzi nasce a Milano nel 1955. Si laurea in Fisica all’Università degli Studi di Milano e nel 1981 comincia a lavorare per il Gruppo petrolifero, inizialmente come Ingegnere di giacimento. Cresce professionalmente ricoprendo diverse posizioni, tra le quali Project Manager e dal 1990 Responsabile delle attività operative e di giacimento in Italia. Nel 1994 viene nominato Managing Director di Eni Congo SA e nel 1998 Vice Chairman & Managing Director di Naoc, la consociata Eni in Nigeria. Prima di assumere il ruolo di Amministratore Delegato, è stato anche Direttore dell’area geografica Africa, Medio Oriente e Cina (2000-2001), Direttore dell’area geografica Italia, Africa e Medio Oriente (2002-2005), Vice Direttore Generale di Eni – Divisione Exploration & Production (2005-2008) e Chief Operating Officer (2008-2014). Sempre all’interno del Gruppo ha fatto parte del Consiglio d’Amministrazione di diverse consociate in qualità di Consigliere e dal 2010 al 2014 ha ricoperto la carica di Presidente di Eni UK. Claudio Descalzi è anche Componente del Consiglio Generale di Confindustria, Consigliere di Amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala e membro del National Petroleum Council per il 2016/2017. È inoltre il primo europeo ad essere insignito del premio internazionale SPE/AIME “Charles F. Rand Memorial Gold Medal 2012” dalla Society of Petroleum Engineers e dall’American Institute of Mining Engineers (AIME) nel settore dell’Oil & Gas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *