Case vacanza: si cercano qualità e comfort


La casa al mare ha sempre rappresentato il sogno della maggior parte degli italiani che, fino a qualche anno fa, erano disposti a spendere fino a 200.000 euro per comprare una casa in una località di villeggiatura.

L’acquisto di un immobile al mare rappresenta un doppio investimento, sia in termini economici che in termini “umani”, in quanto il mare rilassa, rigenera, ispira, diverte e, come emerso da una ricerca condotta dall’European Centre for Environment & Human Health qualche mese fa, fa bene alla salute.

La Sardegna, col suo meraviglioso mare, è da sempre la meta preferita degli italiani e di tanti stranieri e, nonostante la crisi economica abbia frenato il mercato immobiliare, l’offerta di case in vendita risulta in continua crescita. In particolare, la villa in Sardegna è ormai diventata un vero e proprio status symbol.

Attualmente le condizioni sempre più restrittive imposte dalle banche per la concessione dei mutui e i tassi d’interesse elevati stanno impedendo agli italiani di investire come in passato nelle case vacanza. La Sardegna è stata pienamente coinvolta da questi fenomeni, riportando una diminuzione delle vendite di case del 7%, tra le più alte nel sud dell’Italia. Inoltre, l’introduzione dell’IMU ha condizionato le intenzioni d’acquisto delle persone, infatti oggi la casa “di villeggiatura” viene vista vista come un’abitazione in cui trascorrere periodi molto lunghi e la tendenza che si sta creando è quella di vendere la propria casa per acquistarne un’altra al mare, che deve possedere alti standard di qualità e comfort.

Le zone più gettonate sono quelle vicine alle grandi città in quanto le quotazioni si dimostrano più resistenti nonostante la crisi: chi volesse quindi acquistare una casa vacanza Sardegna potrà sicuramente fare i migliori affari nei pressi di Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *